Fatemi sapere. Se vi pare.

Ho pubblicato anche il quarto capitolo del romanzo: " Alex, tu mi devi amare!"

Qualche lettore c'è. Mi piacerebbe avere qualche opinione su quello che ho scritto anche per non arrivare a pensare che gli editori hanno fatto bene a respingerlo. Grazie per la cortesia.

Stefano Sguinzi

Questo testo è protetto contro il plagio. Questo testo è depositato ed esiste una prova certa della sua data di deposito e/o pubblicazione. Chi ne fa un uso improprio è soggetto alle sanzioni di legge.

Gradimento

ritratto di sp3ranza

Non leggo romanzi e storie

Ce ne sono a miliardi, sicuramente alcune bellissime, ma non mi servono per il mio percorso e preferisco leggere materiale antico ch fa parte delle culture precedenti di umani per capire cosa ha cambiato l'intelligenza/percezioni/spiritualita' delle razze degli umani facendo mode/tendenze persino con le sacre arti e scrivendo o cantanto/danzando/recitando etc... e facendo arte o creando opere artistiche per motivi completamente diversi da quelli delle epoche precedenti...L;uomo moderno non ha la stessa visione/intelligenza/percezione interiore dell'uomo antico che invece mi affascina e le sue opere, racconti, immagini, poemi etc...che ha creato nel passato ed ancora presenti sulle scrittura cuneiforme che sono tra i testi piu' antichi degli umani che pero' stranamente nemmeno conoscono o vogliono conoscere per notare le basi delle sacre arti, non sembrano interessare l'uomo moderno perso/perso nelle mode/tendenze che servono per appagare il suo ego, i suio appetiti di gloria/successo usando le sacre arti per emergere, farsi notare e potersi vendere al migliore offrente e non per scendere nelle profonidita' come si faceva nelle ere precedenti...Tu hai mai letto e compreso il romanzo piu' antico che gli umani abbiano scritto? Si chiama Gilgamesh ma non insegnano nelle scuole questo antico scritto che un tempo era di vitale importanza e venne scritto e trascritto in tantissime copie per poter sopravvivere ed arrivare fino a noi che invece nemmeno lo conosciamo eppure sono le nostre comune radici, radici di tutti i credi/culti ora ramificati nelle varie direzioni...MI CHIEDO A COSA SERVE LA CULTURA SE NON CI INSEGNA PRIMA LE BASI E RADICI COMUNI PER POTER EDUCARE/INFORMARE GLI UMANI SU CHI ERANO E COSA SONO DIVENTATI ATTRAVERSO LE ERE E NON RIPROGRAMMARE GLI UMANI A SECONDA LE NECESSITA' DI CAPI/PASTORI/GOVERNI IGNORANDO L'IMMANE LAVORO/OPERE DEI NOSTRI AVI E SCRIVENDO INVECE FIUMI DI FAVOLETTE/RACCONTI SENZA SOSTA PER FILMS/ROMANZI CHE ALLA FINE COSA LASCIANO, COSA CI INSEGANO, A COSA SERVONO???