MIA MOGLIE MI NEGA L'AMORE

.

Chissà perché mia moglie quando è sera

accusa mal di testa, mal di schiena

e mal di pancia, oppure è sempre nera,

ma, tutto questo, sempre dopo cena!

 

            E, quando, poi, dobbiamo andare a letto

            le spunta un doloretto improvvisato,

            si chiude a chiave dentro al gabinetto

            e aspetta che mi sono addormentato !

 

All’alba, appena sveglio, allungo un braccio

per farle una carezza, ma, purtroppo,

me lo rifiuta! Femmina di ghiaccio !

A volte penso: “E’ veramente troppo !

 

            Possibile che pensa solamente

            ad evitare ogni nostro amplesso?

            Dev’esserci un motivo prevalente,

            se si rifiuta sempre di far sesso !

 

Ma se ci penso … non l’ho mai tradita !

Allora è innamorata di qualcuno …,

ma lei non trova alcuna via d’uscita

e soffre per lo stato inopportuno !”.

 

            Ho atteso che si alzasse e, poi, le ho chiesto:

            “Mi spieghi questo tuo comportamento?

            Ti neghi sempre e non mi sembra onesto !

            Dimostri un fastidioso atteggiamento !”.

 

M’ha detto con parole affettuose:

“Perché mi tratti come donna-oggetto !

Non t’ho mai visto entrare con le rose

e m’ami solo quando stiamo a letto !

 

            Durante il giorno vai a lavorare,

            poi, torni e accendi la televisione,

            io sto in cucina a fare da mangiare,

            ma non mi degni un poco d’attenzione !

 

Non siamo più due cuori e una capanna,

ma solo due fantasmi nel salotto

e c’incontriamo quando andiamo a ‘nanna’ …

… mi sembra ch’è un legame assai ridotto !”.

 

            Le sue parole m’han colpito al cuore!!!

            … Il ‘rospo’ l’ho strappato alla radice …!

            … Da quel momento tutte le mie ore

            l’ho dedicate a renderla felice !!!

.

 

Questo testo è protetto contro il plagio. Questo testo è depositato ed esiste una prova certa della sua data di deposito e/o pubblicazione. Chi ne fa un uso improprio è soggetto alle sanzioni di legge.

Gradimento