L'AMORE E' UN FUOCO CHE BRUCIA IL CUORE

.

“Marisa !  C’è al telefono Roberto,

è già la quinta volta che ti chiama,

in questo mese dice che ha sofferto

e giura sul suo onore che ti ama !”.

 

            Le disse il padre, scettico, alla figlia,

            la quale indispettita ed orgogliosa

            scrollò le spalle, alzò le sopracciglia

            e andò nella sua camera, … nervosa !

 

La madre la seguì col cuore in gola,

tra loro non parlavan di frequente,

però vedendo che la sua figliola

soffriva in modo atroce, certamente

 

            aveva dei problemi personali.

            Guardò la figlia e disse: “Vuoi parlare?

            Ci sono dei motivi passionali?

            Io son tua madre, ti puoi confidare !

 

L’amore non è sempre positivo,

ci sono, a volte, strane situazioni

che sfuggono a ogni sintomo affettivo,

su, dimmi, queste tue trepidazioni !”.

 

            La giovane restò un po’ perplessa

            e, poi, pian piano rivelò il patèma:

            “Roberto è la persona più sommessa,

            ma lui non centra niente col problema,

 

di lui mi fido e gli voglio bene,

però come un amico, od un fratello,

purtroppo è qui che iniziano le pene,

perché io amo un altro, assai più bello,

 

            più uomo, più maturo, più attraente,

            mi piace da morire pure a letto,

            ma è sposato, sono consenziente

            e lui mi tratta sempre con rispetto !

 

Mi fa sentire donna innamorata,

con lui mi trovo sempre in sintonia

su tutto, in ogni cosa più impensata,

il nostro idillio è ricco di armonia,

 

            ma c’è di mezzo un figlio, … la consorte

            mi fa sentire spesso un’importuna,

            dovrò lasciarlo, ma l’amore è forte,

            … si vede proprio che non ho fortuna !”.

 

La madre restò immobile ed afflitta,

le disse solo: “Lascialo pian piano,

così non soffrirai per la sconfitta

e, poi, il destino … ti darà una mano !”.

.

 

Questo testo è protetto contro il plagio. Questo testo è depositato ed esiste una prova certa della sua data di deposito e/o pubblicazione. Chi ne fa un uso improprio è soggetto alle sanzioni di legge.

Gradimento