VENTUNO SETTEMBRE

ritratto di michael-santhers
I capelli,in autunno
si fanno rapire dal vento
stanchi di nutrirsi di sudore
e veleggiano sulle foglie
per sfuggire alla malinconia
 
I denti drogati di sorrisi estivi
scricciolano alle leccornie
s'alleano ai pensieri cupi
aprono varchi a parole soffiate
 
Le ciglia scattano foto
da appendere alla bacheca
satura degli occhi
dorsi di specchi
 
Direttori di atelier i nasi
vestiti a termometri
convocano cappotti
e li mettono in panchina
pronti a sostituire un maglione
bucato da lame di freddo
o da un'unghia sfuggita
a una rude carezza
 
Mosse da nervi disertori
le dita si schierano a mano
pronta per un saluto
anche se non corrisposto
 
Gomme e matite
i tronchi degli alberi
disegnano e cancellano
fossi e radure
su schiene d'animali
mappe a fauci e sonno
 
Il ventuno settembre
una dogana anche per gli amori
tremanti al dubbio
dei timbri dei cuori
oltre al valico, spesso
clandestini si separano
-----------------------------------------
Da:Quando Gli Alberi Si Rifiutano Di Ospitare Le Foglie
www.santhers.com

Questo testo è protetto contro il plagio. Questo testo è depositato ed esiste una prova certa della sua data di deposito e/o pubblicazione. Chi ne fa un uso improprio è soggetto alle sanzioni di legge.

Gradimento