ALBERGATORE E REGNO ANIMALE

ritratto di Mario Guerrasio
 

UN ALBERGATORE E I SUOI RAPPORTI CON I CANI
(Racconto anonimo brasileiro,tradotto da Mario Guerrasio)
Un uomo scrisse a un Hotel chiedendo se accettavano il suo cane come alloggiante.
Ricevette dall’Albergatore, la seguente risposta:
” Cari signore,lavoro in questo Hotel da piu’ di trent’anni e mai dovetti chiamare la Polizia per buttare fuori un cane ubriaco. Nessun cane tentò di pagarmi con un cheque senza fondi. Nessun cane bruciò coperte de l’Hotel con sigarette. Nessun cane ha messo nella sua valigia una tovaglia de l’Hotel. Quindi, Il suo cane è il benvenuto.
P.S.: Se lei dà garanzie,puo’ venire anche lei.

Guerrasio,Operatore internaz.le Difesa direitos sociais-Br /It
c/o associazione giuridica e di utilità pubblica ASO-BRASIL (BR)
http://www.asobrasil2002.blogspot.it

Questo testo è protetto contro il plagio. Questo testo è depositato ed esiste una prova certa della sua data di deposito e/o pubblicazione. Chi ne fa un uso improprio è soggetto alle sanzioni di legge.

Gradimento

ritratto di Jazz Writer

Stupendo!!!

amo i cani, ho scritto molto su di loro, e questo racconto mi è piaciuto moltissimo. Peccato qualche refuso...andrebbe corretto...ma il contenuto è davvero superlativo. Io il P.S. lo avrei scritto così:

P.S. Se il suo cane ci dà una garanzia, allora può venire anche lei.... ahahahah...troppo simpatico.

Ciaociao...

ritratto di Mario Guerrasio

Albergatore e clienti cani

Obrigato / grazie.