REALTA' SURREALE

ritratto di michael-santhers
La luce,fendente nella notte
il pilota accelerava la moto
per non farsi sorpassasse
dal rombo assordante del motore
poi rallentava
per paura d'arrivare presto a casa
atteso a cena dai ricordi
 
Una volpe gli tagliò la strada
e nell'impatto s'azzerò la memoria
ritornò bambino
s'innamorò della babysitter
che gli insegnava a camminare
ma un giorno la chiamò mamma
e sorridente volò in cielo
 
Qualcuno scrisse
che aveva visto due angeli su una moto
zigzagare tra le stelle
e poi parcheggiata sulla luna
ove ancora visibile l'ombra del telaio
trespolo delle ali
additate da curiosi
che di volta in volta
aggiungono particolari
 
C'è solo un cuore di un amore
che vede nell'infinito una palla
gialla trasparente
racchiudere lo scheletro abbandonato
del dolore vivo ...a terra
-----------------------------------------
Da:Soste Precarie
www.santhers.com

Questo testo è protetto contro il plagio. Questo testo è depositato ed esiste una prova certa della sua data di deposito e/o pubblicazione. Chi ne fa un uso improprio è soggetto alle sanzioni di legge.

Gradimento