I KNOW I HAVE TO GO

ritratto di Rodolfo Vettorello

I  KNOW  I HAVE  TO  GO

(Da “Father and son”  di Cat Stevens)

 

Lo so che devo.

Io devo andare per lasciarti solo.

Non c’è spazio per me nel tuo destino

e il poco che ti do

è quello che sta chiuso in una mano.

 

E tu fai dono a me

di quello che tu sei

per insegnarmi cose che non so.

Maestro alla mia vita, 

per tutto ciò che non ho ancora appreso,

per il mio sogno 

                           d’immortalità.

 

Vivrai dopo di noi

in  uno sconfinato spazio vuoto

e lo ricolmerai dei tuoi pensieri,

dei desideri miei 

                           che farai tuoi.

Dividili se puoi con chi ti è caro,

fai crescere con lei 

                               chi verrà dopo.

Regalati se  sai un’altra eternità

o aggiungila alla mia

 

porzione inquieta d’immortalità.

Questo testo è protetto contro il plagio. Questo testo è depositato ed esiste una prova certa della sua data di deposito e/o pubblicazione. Chi ne fa un uso improprio è soggetto alle sanzioni di legge.

Il tuo gradimento: Nessuno (1 voto)

ritratto di Diotima

ti considero un poeta abnorme

ti considero un poeta abnorme che toglie il fiato, alla ricerca perenne della nostra coscienza di persone.

ritratto di nadia cinque

La campana suona anche per i poeti

 

 

ritratto di sp3ranza

L'immortalita' esiste veramente

Sono i figli che trasmettono la  vita nelle generazioni successive

sono le sacre arti che custodiscono le essenze di chi ci ha lasciati e le ravvivano quando le leggiamo/osserviamo/ascoltiamo...

 

QUESTE SONO LE UNICHE ETERNITA' CHE L'UOMO HA MAI POSSEDUTO E CHE NON AVRA' PER SEMPRE...

 

 

ritratto di Rodolfo Vettorello

Grazie carissimo amico Gilberto

Grazie gentile  amica del tuo passaggio e delle tue parole.