Paccottiglia (n.c.)

ritratto di Gabriella

 

 

 

 

 

Un’orbita vola le sue 4 ciglia,

fra stormi celesti ubriaca:

è nuvola gravida di paccottiglia,

moscasconsacrata al mare

 

Ronza  sugli essudati – altri

con l’atomo ventriloquo

di una vulvarana a pregarsi

(e prega – sì - rifacendosi alle tamerici

ma anche alle cimici rimpiante.

Strana coi polsi rapinati)

 

<> 

 

Si dice pianta

(passato di piangere in seconda coniugazione)

mentre una goccia coccodrilla

(nel senso di coccodrillare in prima coniugazione)

crede di levigare zigomi ...

.... al quadrato mascellare

 

 

 

 

 

 

 

 

Questo testo è protetto contro il plagio. Questo testo è depositato ed esiste una prova certa della sua data di deposito e/o pubblicazione. Chi ne fa un uso improprio è soggetto alle sanzioni di legge.

Il tuo gradimento: Nessuno (16 voti)