E' MEGLIO NON SBAGLIARE CON LE DONNE

.

“Ritorno da mia madre, ti saluto !

Tu resta pure con la tua Silvana,

che molto presto ti farà cornuto,

lo sanno tutti ch’è una gran puttana !

 

            Tu solo non lo sai, sei proprio matto !”.

            Così dicendo prese il suo bagaglio

            e Giulia se ne andò con uno scatto !

            Il suo ragazzo non capì l’abbaglio,

 

perché continuava a frequentare

Silvana, affascinante e seducente,

a lui piaceva, la voleva amare

e tutto il resto non contava niente !

 

            Nottate insieme piene di follia,

            il sesso era all’ordine del giorno,

            finché una sera, lei se ne andò via

            e il letto restò sempre disadorno !

 

Poi, seppe, da un amico assai sincero,

che la bella Silvana conviveva

con un imprenditore forestiero

e a tempo perso, poi, si concedeva

 

            a un pugile possente del quartiere.

            Rimase male il povero ragazzo,

            credeva ciecamente di piacere

            a quella donna e provò imbarazzo !

 

… Pensando a Giulia e a ciò che aveva detto,

rimpianse quell’amor gettato al vento !

… Il giorno dopo, andò nel negozietto,

laddove lei vendeva abbigliamento.

 

            La salutò e, poi, le offrì le rose

            per farsi perdonare il tradimento,

            ma lei gli disse: “Tra le tante cose

            sbagliate, per il tuo comportamento,

 

impàrati a trattare con rispetto

la donna che ti vuole tanto bene,

con me sei stato stupido e scorretto,

per te ho sofferto già fin troppe pene !

 

Da circa un mese ho un nuovo fidanzato

che mi sostiene e mi dà tanto amore !”.

Il giovane rimase sconcertato …

e se ne andò … con il rimorso in cuore !!!

.

 

Questo testo è protetto contro il plagio. Questo testo è depositato ed esiste una prova certa della sua data di deposito e/o pubblicazione. Chi ne fa un uso improprio è soggetto alle sanzioni di legge.

Gradimento