Datemi un verso

ritratto di Aurelio Zucchi
 
 
Parlatemi di un qualche nuovo astro
che prenda il posto della dolce luna
nelle mie notti d’alta euforia.
 
Voi che annegate nella poesia,
voi che leggete quanto scrivo qua,
datemi un verso, sintesi perfetta
del navigar nel flusso di magia.
 
È l’ora in cui mi brucerei alla luce
di un altro sole incandescente e mio,
curiosa stella esente da tramonti,
perenne ed oculare testimone
d’una carezza della felicità.
 
 
 
 
 

Questo testo è protetto contro il plagio. Questo testo è depositato ed esiste una prova certa della sua data di deposito e/o pubblicazione. Chi ne fa un uso improprio è soggetto alle sanzioni di legge.

Gradimento