MA QUANDO FINIRANNO LE VIOLENZE?

.

… E’ questa una città di brava gente,

che crede nell’amore, nel rispetto

e che lavora sempre onestamente,

in nome d’un convivere perfetto.

 

            … Ma quel mattino, il buio era alleato

            d’un vile delinquente, virulento,

            nascosto, con un piano architettato,

            per un feroce ed aggressivo intento !

 

La studentessa ignara dell’agguato,

s’avviava, in fretta, verso la stazione,

il vicolo era stretto ed isolato

e scarseggiava l’illuminazione !

 

            Il “barbaro” le cinse un braccio al collo

            e le puntò il coltello nella gola.

            La poveretta, prossima al tracollo,

            non ebbe modo a proferir parola

 

e venne trascinata in un anfratto,

spogliata, da quel turpe criminale,

per compiere il più tòrbido misfatto:

… la squallida violenza sessuale !!!

 

            Col volto di quell’uomo assatanato,

            col suo respiro sempre più ansimante,

            a un palmo dal suo viso disperato …

            … il cuore le scoppiava ad ogni istante …

 

… Lo stupratore, è poi, fuggito via

lasciando in terra gli ìntimi indumenti

di lei, e il fine … della sua follia …

restava lì, … tra spasimi e lamenti !

 

            La povera ragazza violentata,

            in preda ad una grave agitazione,

            gridò, cercando d’essere aiutata

            e s’affacciò una donna ad un balcone …,

 

… finché un’altra giovane passando

nei pressi, udì le grida disperate,

chiamò i soccorsi !  Crimine esecrando !

Le vittime? … Son donne disarmate !!!

 

            All’Università il professore,

            guardando il banco, ne notò l’assenza.

            Gli amici l’aspettarono per ore,

            … nessuno immaginava la violenza !

 

… La punta del coltello, la minaccia,

lo stupro e le tremende conseguenze,

purtroppo, resteranno come traccia !

MA  QUANDO  FINIRANNO  LE  VIOLENZE ?

.

 

Questo testo è protetto contro il plagio. Questo testo è depositato ed esiste una prova certa della sua data di deposito e/o pubblicazione. Chi ne fa un uso improprio è soggetto alle sanzioni di legge.

Gradimento