sogno il bacio che vorrei darti

ritratto di capicoddu

Non so più cosa pensare di te, ne cosa fare.

Sarà perché le stesse cose non ritornano,

o e se succede non presentano lo stesso sublime sapore,

oppure che le rivelazioni della prima volta succedono solo quella volta, (ricordi qualcosa?).

O forse niente è possibile contro il tempo che passa , questa vita misera e questo mondo all’inverso.

Se il treno è passato e intravedi appena l’ultima vettura in una buia galleria, cosa potrà fermarlo?

E chi porterà la luce?

Sento il pianto di “The End”. E’ così re Lucertola? Devo danzare e piangere sulle tue note, la testa vuota e il cuore arido.

Niente di più’?

Ora il mare è quieto, indugia prima di liberare la sua straripante energia, solo perché io lo possa ammirare e declamare tutta la sua sconvolgente bellezza .

C’è persino Johnatan che dimentico della sua condizione di brutto anatroccolo cerca di  librarsi alto.

Adesso è un puntino sfocato nell’immensità del cielo.

Sogno il bacio che vorrei darti

 

Questo testo è protetto contro il plagio. Questo testo è depositato ed esiste una prova certa della sua data di deposito e/o pubblicazione. Chi ne fa un uso improprio è soggetto alle sanzioni di legge.

Gradimento