Ti ringrazio

ritratto di Sara Tagliaferri

TI RINGRAZIO 

E poi mi sono persa, persa nel tuo sguardo, ancora prima di parlarti ho raggiunto il mio traguardo, ancora prima di parlare ho perso la ragione, ho visto l'universo nei tuoi occhi e l'emozione, ho sentito una melodia nel suono della tua voce e mi sono persa via a sentirti parlare, come mentre ascolti il rumore delle onde al mare, come quando ascolti la tua canzone preferita e la rimetti su quando è finita, non mi stanco mai di ascoltarla e mi concentro su ogni nota come quando accordi una chitarra, ma io il tuo tono di voce lo paragonerei di più ad un pianoforte, che con poche note ha aperto del cuore le mie porte, hai trovato la chiave di quel lucchetto arrugginito in fondo alla mia anima, dove tutto era contrito, hai fatto entrare la luce nella mia buia casa, hai sconfitto l'oscurità da cui prima era invasa, hai reso diamante ciò che prima era carbone causando nel mio cuore un improvvisa guarigione. E ti ringrazio amore mio per avermi resa più forte a volte alzando il tono della voce e sbattendo le porte e ti ringrazio se mi hai resa più debole dinanzi alle tue labbra, perché ora resisterti non posso è come aver la febbre, scotta il cuore dentro me ed ogni no diventa arrendevole.
Sei il sole nel punto più caldo della giornata, scaldi la mia anima anche se appena rinata. 
Ed io ti ringrazio amore mio, per tutto questo e ti ringrazio per ogni sorriso onesto. 
Ti amo. 

S.T.

Questo testo è protetto contro il plagio. Questo testo è depositato ed esiste una prova certa della sua data di deposito e/o pubblicazione. Chi ne fa un uso improprio è soggetto alle sanzioni di legge.

Gradimento