Arsella

ritratto di Ryan

 

 

In un angolo d'acqua
affogo sprazzi di luce
che cullano schiume
tra sassi ed alghe.
Mani salate profanano
porte chiuse a chiave
e succhiano sabbia
passata al setaccio
a pochi passi dal mare.

Gradimento

ritratto di monidol

I primi tre versi

Hanno la bellezza e la potenza di un haiku. Poi...la parola profanano mi sembra un pò ingombrante, difficile da leggere e infine mi rimane la sensazione della sabbia in bocca... presumo voluta.
ciao Ryan

ritratto di Ryan

Ciao Moni

Per la verità, quando scrivo una poesia (se poesia si può chiamare) non penso al lato tecnico o all'ingombranza di certe parole. Scrivo solo quello che mi sento di scrivere, quindi qualsiasi sensazione ti abbia trasmesso questa mia ultima, è voluta.

Grazie per il commento.

ritratto di renero

piaciuta molto, sopratutto

piaciuta molto, sopratutto gli ultimi cinque versi.

dieci spanne sopra il 90 per cento dei testi in homepage.

complimenti. a rileggerti

re

 

ritratto di Ernest

e nulla sfugge

e nulla sfugge all'osservatore poeta.

ritratto di Ryan

Grazie Renero, un complimento

Grazie Renero, un complimento più bello non potevi farmelo. Leggerò qualcosa di tuo.

Ernest, sono felice che l'osservatore poeta legga quello che scrivo.

 

Ciao e grazie.

ritratto di Raffaele De Masi

Questa è una poesia che

Questa è una poesia che reputo assolutamente appetitosa. Mi ha fatto venire un certo languorino.
Stasera mangerò le telline con vermicelli e pomodorini... mi spiace per loro, che perdono la casa fatta di mare, ma il mio stomaco reclama cibo.

Bellissima poesia, complimenti.

Un saluto a te, Ryan.

ritratto di Ryan

Noooo, non mangiarleee  :-( A

Noooo, non mangiarleee  :-(
A parte gli scherzi, piacciono anche a me, con tanto peperoncino e prezzemolo.

Grazie per il commento. Ciao, a presto.