L'ORACOLO

ritratto di arlar

Che possa essere il mio bacio 

unguento per la tua pelle stanca

il pozzo dei miei occhi 

ristoro per la tua bocca tesa

che tutte le aquile del cielo 

ti aprano correnti al volo

per infine giungere all'altare del mio ventre.

Che siano queste le ultime mie parole

così disse la strega che mi divise il sangue.

Erinni e bestie sacre a togliere

il sonno a chi si opporrà.

 

 

Gradimento

ritratto di utentex

Bella e misteriosa.. e poi ho

Bella e misteriosa.. e poi ho imparato una parola nuova: erinni