IL GIARDINO DELL’INFANZIA.

ritratto di Mauro_Farina

Davanti a questa finestra
che gentilmente s’affaccia
sul giardino e sul cortile
in cui ho speso
gli anni migliori
della mia giovane vita
mi trovo ad osservare
vecchi ricordi,
vecchie risate
e vecchi rimpianti
che sembravano
ormai dimenticati
senza mai più
voler essere ricordati.
Ed alla mia mente
s’affollano sempre più
vecchi ricordi che,
da semplici figure
o familiari voci,
sempre vivi sembrano:
le belle giornate
molto presto
se ne torneranno
come presto
sicuramente riaffioreranno
sempre più particolari
che hanno fatto
gioire e sorridere,
e con essi
vi sarà
un nuovo sole
e con esso
la tanto attesa gioia.

Questo testo è protetto contro il plagio. Questo testo è depositato ed esiste una prova certa della sua data di deposito e/o pubblicazione. Chi ne fa un uso improprio è soggetto alle sanzioni di legge.

Gradimento