Effetti collaterali

ritratto di Jazz Writer

Effetto collaterale: questa terminologia mi ha sempre creato un certo senso di ansia; forse anche di nausea. E' un termine che mi fa paura. Mi da quasi l'impressione che, se c'è un effetto collaterale degno di nota e atto a giustificare la definizione, la cura o comunque ciò che causa l'effetto sia una maledettissima fregatura.

Proviamo ad analizzare i diversi tipi di Effetti collaterali.

 

Al primo posto metterei quello sentimentale, che si manifesta dopo un tradimento.

Mi sembra di vederli i due amanti che tradiscono il loro rispettivo partner.

Come beneficio hanno un ristretto tempo di sesso, fatto male e tirato per i capelli. Lui magari si sente anche in obbligo ad usare qualche “rinforzino” di quella virilità persa con la beata gioventù la quale, come tutti sanno, non torna più!

Lei si deve sentire ancora “ figa “ e quindi abbonda con cure cosmetiche, magari un pochino pesanti, profumazioni eccessive ( tutto ma non il patchouli, per favore), depilazioni a nastro e stiramenti di pelle, rifacimenti di parte del corpo, iniezioni di silicone ed altro ancora. Poveracce, queste donne!

Mesi fa una di queste amanti, in macchina a caccia del suo compare fedifrago, si agitò a tal punto nel vederlo in ghingheri seduto al bar con la moglie, da fare una repentina retromarcia. Con la conseguenza di sfasciare il muso della mia Alfa Romeo nuova di pacca e il retro della sua vecchia Volvo.

Una figuraccia...mi pregava di falsificare la denuncia nel senso di non dichiarare quella via ma un'altra zona della città. Temeva che il marito sospettasse, vedendo dove si trovava la moglie!

Ecco, questi sono gli unici vantaggi...qualche bacio rubato, sesso veloce quasi fosse a pagamento, una o due posizioni nuove del Kamasutra, magari fatte male, e qualche pensierino fantasiosamente peccaminoso durante la giornata. Se proprio vogliamo, aggiungiamoci un certo non so ché di sentirsi “ a la page “, di non essere tagliati fuori dal giro di coloro che si divertono con una vita mondana. Insomma di poter dire...anch'io ho la mia bella amante.

 

Passiamo ora agli effetti collaterali del tradimento. Quelli sono veramente tanti, ben individuabili e di prima qualità. Spreco di tempo e danaro, ansia di non essere all'altezza, obbligo di frequentazione di saune, palestre e piscine nonché di saloni di bellezza per lui e lei.

E queste sono quisquilie in confronto all'effetto collaterale principe della categoria Amanti: il senso di colpa. Quello è micidiale, crea un effetto a catena che sfocia in disturbi mentali e fisici non indifferenti. Viene da dire...ma chi ce lo fa fare, anzi ve lo fa fare?

 

Analizziamo ora gli effetti collaterali dei farmaci.

Da quando leggo attentamente il “bugiardino” allegato alla scatola che contiene la medicina, ho ridotto del novanta per cento il loro consumo. Che nel mio caso era già bassissimo, o meglio nullo.

Se pensiamo che il bugiardino, per definizione , non dice tutta la verità figuratevi un po' quali saranno in realtà gli effetti collaterali.

Si prende una compressa per il mal di testa, ma poi c'è l'effetto collaterale del mal di stomaco. Allora vai con il Maalox plus; passa il mal di stomaco ma viene la stipsi, che il giorno dopo ti regala un diverso tipo di mal di testa.

Allora si prende un lassativo, il quale però ti produce stanchezza ed astenia. Un buon energetico ti rimette in forma ma la flora batterica compromessa richiede una cura di Entero-germina, fermenti lattici e yogurt naturali.

Quando ti senti meglio fai una bella cena con gli amici e, di notte...indigestione! Si riparte da zero, mal di testa e di stomaco. Basta!!!

 

Ed ora siamo all'effetto collaterale più assurdo che esista: quello delle bombe intelligenti.

Quando i generali e gli strateghi della guerra si sono resi conto che le bombe non erano affatto intelligenti, si sono trovati di fronte a due possibilità, due strade diverse da seguire pur di giustificarne l'uso.

La prima sarebbe stata la più ovvia. Bastava ammettere che le loro bombe non erano intelligenti per niente, anzi nemmeno un pochino perspicaci. Furbe poi, non parliamone nemmeno.

In questo modo le polemiche sarebbero cessate e loro avrebbero potuto tranquillamente andare avanti a sganciare bombe, come e quando gli faceva più comodo. Come sempre fatto, in tutte le guerre.

L'altra strada era più contorta ma, confidando nell'ignoranza degli interlocutori, o del loro menefreghismo, o addirittura della loro compiacenza, si sono decisi a percorrerla.

Nasce la definizione di effetto collaterale della bomba intelligente! Anzi, già che c'erano, anche quello della guerra preventiva.

Questi effetti collaterali sono le morti di civili, bambini e anziani, uomini e donne, madri e padri, nonni e nonne, ricchi e poveri.

Tutti quelli che non portano una divisa, per farla breve.

E poi qualche edificio, antico come certe cattedrali o musei, o moderno come alcuni ospedali, ponti, centrali elettriche, palazzi ed abitazioni varie.

Se pensiamo che per ogni militare ucciso ci sono centinaia, forse migliaia, di effetti collaterali potete ben capire come questa definizione sia sconcertante. Forse l'effetto collaterale vero è la morte dei pochi militari a fronte dell'ecatombe di civili.

 

Cosi è se vi pare, dicono i militari. Se non vi pare fa lo stesso, tanto le bombe le abbiamo noi. E le sganciamo dove ci pare. Ecco perché sono antimilitarista , e per dichiararlo ho pagato di persona,

durante il servizio militare. L'ho fatto anche durante il famoso Giuramento. Sono finito in galera, e sono contento così. Sulla mia abitazione, pur se fuori moda, sventola ancora la bandiera arcobaleno.

Anzi, ne ho una anche nell'orto, perché attira i passeri, miei amici.

P.S. ogni riferimento a persone del sito o fatti, è puramente casuale, anzi inesistente. Questo brano l'ho scritto quasi 20 anni fa, quando molti degli autori di Net magari nemmeno sapevano scrivere.

 

Questo testo è protetto contro il plagio. Questo testo è depositato ed esiste una prova certa della sua data di deposito e/o pubblicazione. Chi ne fa un uso improprio è soggetto alle sanzioni di legge.

Il tuo gradimento: Nessuno (1 voto)

Invece a me è piaciuto, e lo

Invece a me è piaciuto, e lo trovo ancora attuale, e pure divertente. Penso sopratutto agli effetti collaterali relativi al tradimento: sono ancora quelli, ed appropriato oltre che indovinatissimo quello definito "principe" il senso di colpa.  Caso mai si potrebbe dire che non hai affrontato gli effetti collaterali che i tradimenti possono portare per la rottura di un matrimonio, che divertenti lo sono assai meno, sono spesso, anzi, tragici. Pure per i farmaci hai ancora ragione. Per le bombe intelligenti: sono chiamate così perchè non potrebbero essere chiamate "stupide" che è quello che sono, così si dicono "intelligenti" , per la loro precisione, e non producono effetti collaterali, infatti gli effetti che producono sono anch'essi precisi, conosciuti, e sempre uguali, gli errori eventuali non sono imputabili a loro ma a coloro che le lanciano.

Un saluto

ritratto di Jazz Writer

Lo ammetto, Ellebi

tutti i tuoi appunti sono veri e corretti...calcola però che era un racconto tipo "divertistment", con alcune verità mascherate da battuta. Certo, si può dire molto di più, e ci penserò...anche sugli effetti collaterali del tradimento, e sulle bombe, ma anche sulle medicine...ciaociao.

ritratto di Gabriella

Racconto più che attuale,

Racconto più che attuale, dotato di notevole spessore psicologico, con una bella spruzzata di ironia nelle righe fra le righe.

Mi è piaciuto sì!

Unico appunto, se così si può definire, è che  oggi tutti i "marchingegni" che erano peculiarità esclusiva delle donne ... lo sono anche per gli uomini: a figa aggiungerei figo.

Ciaociao

G.

ritratto di Jazz Writer

Ahahahahah

gabriella, vero verissimo, ho dimenticato figo, infatti è un racconto di 20 anni fa quando i veri fighi non c'erano ancora...ciaociao, bella fi... gliola.

ritratto di Raffaele De Masi

Eh sì... alla fine la vita è

Eh sì... alla fine la vita è un vero e proprio effetto collaterale, se ci riflettiamo. Ogni azione corrisponde ad una reazione uguale e contraria... il buon vecchio terzo principio della dinamica. Direi che ciò che hai scritto ne è un valido esempio.
Mi piace.

Un saluto a te.

 

P.S. lascia perdere le persone arroganti. Non sanno che l'effetto collaterale delle loro azioni è il conoscimento pubblico della loro personalità. Si coprono di fango con le loro stesse mani.

 

ritratto di Andrea Guidi

Eh, caro mio,l'ho sempre

Eh, caro mio,

l'ho sempre detto che sei uno tra i migliori "scriventi"; però la tua valentìa nello scrivere è direttamente proporzionale al tuo brutto, diciamo pessimo, carattere... Ma l'una cosa non pregiudica l'altra, e dunque ben vengano scontri epici, sempre però nel rispetto della pesona. E quindi fregatene dell'ignoranza e dell'arroganza di chi ti critica.

p.s. - da buon anarchico sottoscrivo la tirata contro i militari: quando la patria chiama, rispondi signorno!

ritratto di Jazz Writer

Sì Andrea

ormai ci conosciamo bene...sul carattere hai ragioni da vendere, ne sono consapevole. Sul bravo "scrivente" ho qualche dubbio, ma comunque ti ringrazio. Ciaociao.

ritratto di PatriziaB.

Dire che Jazz Writer non

Dire che Jazz Writer non sappia scrivere credo sia un' enorme assurdità. Non ha alcun fondamento. Sarebbe come dire che Michael Phelps non sa nuotare!  Non sta né in cielo né in terra!

Oltre ogni polemica, penso invece che questo brano evidenzi tra le righe un animo di una sensibilità non comune, con un forte desiderio dell ' osservanza delle regole di vita e di giustizia. Trovo molto apprezzabile e per nulla scontato quell' attenzione per i più deboli, per coloro che devono soccombere a causa del potere di pochi,  per la pace, per la natura da salvare, per l'Amore rispettato e sacro.  Certo, qualche affermazione ironica, ma sotto la dura scorza dello scrittore credo ci sia un grande cuore ed una grande capacità! E, non ultima, una grande lealtà...

ritratto di Jazz Writer

Vai Patrizia

che bel commento...non me l'aspettavo da una donna. Sei l'unica che ha speso belle parole per me, quindi ti devo per forza baciare, abbracciare, e ringraziare. Che bel commento...mi hai commosso. Allora voi donne non siete tutte stronze, non siete tutte bambole gonfiabili, avete anche un cervello. Merito tuo che me lo hai fatto ricordare, perché qui abbiamo tre oche giulive che dimostrerebbero il contrario....ahahahha...brava Patrizia, salvatrice del genere femminile. ciaociao.

ritratto di Jazz Writer

Scusa Patrizia

ho dimenticato di dire che anche un'altra donna mi aveva fatto un commento positivo e puntuale: gabriella. Ergo non tutte le donne sono oche. Ciaociao