Oggetti Smarriti

 

Conservo una goccia di ogni bacio e ai nostri occhi chiusi ho rubato l’anima.

Ho ascoltato le tue parole, anche le pietre

rimanendo aggrappata a certezze di passaggio.

Domani partirò alla ricerca del mio respiro lasciato sul tuo viso,

della carne perduta in una manciata d’attimi.

 

Sono l’oggetto più smarrito del mondo,

solo tu sai di me rivoli e prati.

 

 

 

 

Gradimento

ritratto di Viola B.

a me piacerebbe anche, non

a me piacerebbe anche, non fossero le solite parole fruste.

il penultimo verso è bello, però