Alto mare

ritratto di monidol
 
 
 
là dove le maree
hanno occhi e orecchi,
i pesci ingoiano lacrime e silenzi,
stremate si posano
sullo Scirocco,  le urla
rauche della sera
 
puoi sentirle?
 
a volte i gabbiani arrivano in paese:
voli bianchi ad altezza uomo
fanno a  gara per chi arriva primo
a beccare rane
e topi  morti,
sulle sponde delle rogge
 
ora sorridi, ignaro  di tutte quelle morti
che sei costretto a vivere
 
 
 
 

Questo testo è protetto contro il plagio. Questo testo è depositato ed esiste una prova certa della sua data di deposito e/o pubblicazione. Chi ne fa un uso improprio è soggetto alle sanzioni di legge.

Il tuo gradimento: Nessuno (3 voti)

io le sento*

e con vulnerabilità leggo questi versi, dove l'angoscia si sposa con l'imperturbabile e sacrosanta "serenità" del mare, incolpevole. Mi piace la tua poesia per attitudine al tema e perché la trovo bella: carica d'affetto per le persone, e per il mare, in un'ossimorica spesso  fatale unione.

(*da qualche tempo insegno italiano agli stranieri; conoscendoli uno a uno nella loro normalissima quanto singolare personalità - proprio come tutti i ragazzi di qualunque continente - mi è difficilissimo immaginarli "tra quei flutti": eppure tutti sono passati di lì)

ritratto di monidol

Sono molto contenta Gabriella

della tua interpretazione così puntuale rispetto alla mia èmozione/intenzione. Sai abito molto lontano dal mare, ma spesso, mentre corro dietro a tutti i miei casini, quelle urla mi sembra di sèntirle e mi chiedo come non si possa non farlo.
Un grazie di cuore anche per aver portato la tua esperienza.
moni

ritratto di Rosa Regan

Questa poesia è veramente

Questa poesia è veramente bella, però mi chiedo perchè iniziare la poesia con la lettera minuscola, e ripetere l'errore anche dopo il punto interrogativo. Ho visto molti scrivere poesie in questo modo, ma non sono errori grammaticali? O le poesie sono esenti da queste regole? Ciao Moni.

ritratto di monidol

Hai ragione Rosa R.

sai io sono una che tenta di essere una prosatrice e figurati quanto le regole grammaticali, per me siano importanti (anche se capita comunque di sbagliare ), ma nello scrivere poesie (oddio poesie è eccessivo ma per intenderci) mi piace usare spazi, virgole, ripetizioni e anche ecceźioni alle regole, una specie di làboratorio di libertà :-). In questo caso il mio insistere ad usare le minuscole sta un pò a significare quanto mi senta piccola, impotente, davanti a certe vite fatte di tragedie, coraggio e destino.
Grazie della tue osservazioni che mi hanno permesso di spiegare il mio modo poco ortodosso di scrivere modesti tentativi poetici.
Buona Giornata
monica

ritratto di Rosa Regan

Sei una persona molto umile,

Sei una persona molto umile, per questo motivo sei brava. Hai risposto ad un interrogativo che mi assilava da parecchio, perché non sei l'unica a prendersi queste libertà nello scrivere poesie. Una bella risposta. Ciao.

ritratto di Lysi

bellissima

bellissima

ritratto di monidol

Lysi...

grazie.

ritratto di Khepri65

Quanta intensità

in queste parole. Giusta osservazione quella di Rosa Regan, anche se io non ci avevo neanche badato tanto ero coinvolta nella bella lettura. 

Ciao Moni

Sonia

ritratto di monidol

Ciao Sonia

sono contenta che arrivi... che si "senta".

Buon Inizio Settimana
 

Poesia

Poesia "emozionale", molto bella. Apprezzati in modo particolare i primi sei versi. Un abbraccio Moni.

ritratto di monidol

Gli altri sei

in efffetti sono un po' "infastidenti",  ho cercato di proposito  il contrasto e la provocazione

-  i bei gabbiani  plananti, proprio quelli che ci rimandano l''idea di purezza e di libertà, alla Linvingston per intenderci, di fatto non sono altro  che piccioni bianchi, a volte anche molto aggressivi (uccidono topi e piccioni)  e spesso si nutrono di carogne... , c'è una discarica sopra casa mia che è sorvolata da stormi interi... -

Niente contro i gabbiani e le loro poco eleganti abitudini, ovviamente determinate anche da progresso e inquinamento ma così è...

Grazie della Lettura, Buona giornata

moni

ritratto di Diotima

lo scenario produce visioni

lo scenario produce visioni di realtà ben riconoscibili. le atmosfere sospese oltrepassano l'istante e ripiegano in una circolarità che si eternizza.

ritratto di monidol

Le tue letture

rendono preziosi  i miei scritti.
Grazie.

 

ritratto di effetticollaterali

Poesia fotografica

che si impenna nella chiusura...

Per la dieta dei gabbiani consiglio Eataly. Buona Mattinata

ritratto di monidol

Piccione alla Senese

e Rane in Guazzetto, di fatto hanno gusti molto simili a noi "umani", penne escluse.

Grazie delle visioni e Buon Pomeriggio!

m

 

 

 

ritratto di Ryan

Bella e raffinata questa

Bella e raffinata questa poesia. La chiusa spacca il cuore, ma è veritiera.

ritratto di monidol

Grazie Ryan

In effetti ho cercato un pò il contrasto tra la bellezza indifferente del mare e le tragedie che vi si consumano.
Grazie.
moni

ritratto di clio57

il mare è tutto: nutre e

il mare è tutto: nutre e divora.

Proprio come in questi tuoi bellissimi versi, Monica.

Un saluto. E un muto applauso.

clio

ritratto di monidol

Grazie Clio

che sei venuta a trovarmi qui e lieta che il testo ti sia piaciuto.

Buona Giornata

moni