.38.

ritratto di Viola B.

in un giro su se stesso
il piccolo coraggio annuì
e si voltò, per un momento
sui passi che ancora faticava
a fare suoi, a fermare in tempo.

il canto dell’ultima fenice
danzava, come dita di aurora
in piedi, sulle punte
tanto in fondo da commuovere

e il coraggio riaprì gli occhi.

davanti a sé

la meraviglia
punteggiava per lei
il candore.

 

 

 

Questo testo è protetto contro il plagio. Questo testo è depositato ed esiste una prova certa della sua data di deposito e/o pubblicazione. Chi ne fa un uso improprio è soggetto alle sanzioni di legge.

Gradimento