COLEI CHE SOLITARIA ARRIVA

ritratto di Mauro_Farina

Dolcemente dal cielo cadi
e senza alcuna pretesa
la tua freddezza cedi
ad una mano tesa
per cogliere il tutto.
Sola e silenziosa
e senza un pretesto,
arrivi per colorare
tutto ciò che tocchi.
Fredda e senza sentimento
come pochi sempre sei
in movimento
in questi posti pieni di roghi,
senza un giuramento.
Portando gioia e problemi,
senza risolver dilemmi
come pochissimi
qui tu gremi
e senza un motivo
la tua origine
a noi sconosciuta rinneghi.
Senza nulla domandare
con gelo e serenità arrivi
senza nulla
rassicurare a chi ti vuole,
solo per disturbare.
Invisibili agli occhi
e pure agli altri sensi,
indifferenti sono
questi sensi
che senza ovvia ragione
intorno a te sorgono.
E senza significato alcuno
molte genti
s’inventano interpreti:
dell’incertezza più totale
menzogne belle e finite
dalle loro bocche escono.
Così molti dubbi
restano sempre più fitti
e le incertezze
che il mondo intero
sovrastano e regnano
resteranno sempre più ignote…

Questo testo è protetto contro il plagio. Questo testo è depositato ed esiste una prova certa della sua data di deposito e/o pubblicazione. Chi ne fa un uso improprio è soggetto alle sanzioni di legge.

Gradimento