DONNE VIOLENTATE, UCCISE O DETURPATE

.

Una donna assassinata

dalla rabbia del marito

che da tempo la vessava …,

ma nessuno ha mosso un dito !

 

Altra donna accoltellata

e ridotta in fin di vita,

altra vittima innocente

d’una storia inaudita !

 

Una giovane stuprata

da un balordo depravato

e picchiata con violenza

per averlo rifiutato !

 

Una bimba di tre anni

(s’è sfiorato pure il dramma !),

violentata a più riprese

dall’amante della mamma !

 

Son vicende d’ogni giorno

coi pedofili aguzzini

che nel loro sporco mondo

vanno in cerca dei bambini !

 

E la cronaca dei fatti

sembra proprio non finire,

la violenza non si ferma,

ma perché dobbiam subire

 

questa orribile ingiustizia

nel veder le donne in terra

che subiscono uno stupro?

Non si tratta di far guerra

 

con l’atomica infernale

per distruggere il Giappone,

basta avere la costanza

di fermar quelle persone

 

che da tempo, con le mogli

o le proprie fidanzate,

le minacciano di morte

dopo averle malmenate !

 

Quante donne son ricorse

alle cure in ospedale

per ferite riportate

con un danno funzionale?

 

E non fanno la denuncia

per paura che in futuro

il marito per vendetta

le massacra contro un muro

 

o le brucia per la strada

con un secchio di benzina,

una scena progettata

con un’anima assassina !

 

Poi c’è l’uomo che da tempo

dalla moglie s’è diviso,

compra l’acido e con odio

glielo getta sopra il viso !

 

Tutte queste malefatte

si potevan prevenire

ed invece mai nessuno

è voluto intervenire !

 

E così di giorno in giorno

assistiamo a un omicidio,

troppe donne trucidate,

ma chi ferma quest’eccidio?

 

La giustizia non agisce,

non ci vede e non ci sente,

ma proteggere le donne

è un’azione deprimente?

 

Si parlava di una legge

che mirava ad evirare

i pedofili e i violenti …,

la vogliamo omologare ???

.

 

Questo testo è protetto contro il plagio. Questo testo è depositato ed esiste una prova certa della sua data di deposito e/o pubblicazione. Chi ne fa un uso improprio è soggetto alle sanzioni di legge.

Gradimento