.36.

ritratto di Viola B.

mi ricordo quando mi dicesti
che non dovevo fare niente
che la mia esistenza era sufficiente
che fossi sola, accompagnata,
nostalgica, vendicativa

in qualunque posizione, nota o ignota
e persino curvata in orribili scoliosi mentali,
anche lì, anche millenaria, anche in legno
o in pietra, o spellata, o pelosa

mitragliata o adorata,
tu mi dicesti

non devi fare niente
alla mia angoscia, non fece bene.
ma del resto, quale nume
si sceglie il suo cielo?

Questo testo è protetto contro il plagio. Questo testo è depositato ed esiste una prova certa della sua data di deposito e/o pubblicazione. Chi ne fa un uso improprio è soggetto alle sanzioni di legge.

Gradimento

ritratto di effetticollaterali

Quella scoliosi mentale

è antica ma neppure tanto... Peccato che dopo quell'ultimo niente si sia voluto strafare! Comunque ad un passo dalla mitografia personale

ritratto di Viola B.

Eh, non vengono sempre

Eh, non vengono sempre bene.
È più un ricordo, ma hai ragione, ha qualcosa del mito, inteso come racconto fondativo di una storia.
Grazie :*