ANCHE IL DIAVOLO SI E' DISGUSTATO !

.

Un mattino di febbraio

proprio dentro al Parlamento,

c’era il diavolo in persona

che rideva assai contento

.

nel seguire la seduta

con accesa discussione,

tra polemiche ed accuse

senza andare a conclusione !

.

Ed alcuni deputati

con il Tablet tra le mani,

digitavano tranquilli …

trascurando gli italiani !

.

I problemi del Paese

che son tanti da smaltire,

non venivano affrontati

e restavano … a dormire !

.

Mentre il diavolo frattanto

sorrideva divertito,

perché c’era un deputato

d’un notissimo partito

.

ch’esponeva un gran cartello

contro questo e contro quello,

ma gli usceri prontamente

l’han strappato ! Che duello !

.

E la gente nei loggioni

assisteva assai delusa

nel vedere quelle scene

e restava assai confusa !

.

Deputati di Sinistra

che scrollavano la testa,

mentre nell’opposizione

s’inneggiava alla protesta !

.

Pure il Centro insoddisfatto

lamentava il malumore,

perché dentro il Parlamento

si sfiorava il disonore !

.

S’avvertiva un clima ostile

senza il minimo rispetto

e i problemi del Paese

sonnecchiavan … nel cassetto !

.

Solo il diavolo provava

una gioia sconfinata,

perché ogni discussione

non veniva omologata !

.

Ogni singola seduta

non s’avviava a conclusione,

c’eran troppi battibecchi

che creavan confusione !

.

Poco dopo un deputato

che appartiene al Gruppo Misto

ha gridato: “Attenzione !

Finalmente l’ho intravisto,

.

lassù in alto nel loggione

ci sta il diavolo in persona,

è nascosto tra la gente,

dietro l’ultima poltrona !”

.

Ma lui vistosi scoperto

s’eclissò in un baleno

ed appena fu al sicuro

borbottò: “Hanno il veleno,

.

voglion solo perder tempo

coi problemi, tanti e urgenti,

stanno sempre a litigare,

sono poco intelligenti !

.

Ed il popolo italiano

spera ancora nel Governo,

poveretto, mi fa pena !”

… E discese giù all’inferno !!!

.

 

Questo testo è protetto contro il plagio. Questo testo è depositato ed esiste una prova certa della sua data di deposito e/o pubblicazione. Chi ne fa un uso improprio è soggetto alle sanzioni di legge.

Gradimento