Richiesta 1

ritratto di Raffaele De Masi

 

 

 

Il fato dell'uomo
è legato all'esistenza
dell'io cosciente.

Oltre le infinite lettere
di un libro illeggibile,
le immagini distorte
di ciò che non si sa,
narrano la storia
dei fortunati mai
nati.

Chiedo la conoscenza;
la veduta di coloro
che annaspano 
tra la mia carne.
È mio desiderio rinascere
attraverso l'esistenza
mai giunta alla materia,
affinché possa vantare
dell'oblio,
del vuoto che occulta
la chiarezza d'una vita
morta dal primo respiro.

 

 

 

 

Questo testo è protetto contro il plagio. Questo testo è depositato ed esiste una prova certa della sua data di deposito e/o pubblicazione. Chi ne fa un uso improprio è soggetto alle sanzioni di legge.

Il tuo gradimento: Nessuno (4 voti)

ritratto di Raffaele De Masi

Richiesta 1

 

Questa è un'opera tratta dal mio libro in lavorazione "Goetia"

ritratto di Angela Albano

Una richiesta del tutto

Una richiesta del tutto insolita: poter vedere attraverso gli occhi di coloro che non sono mai nati.
Assorbire nuove entità per ricevere la conoscenza inumana.

Da brividi, davvero. La musica che hai scelto, poi... non la ascolterei a luce spenta.

Complimenti Raf, sei sempre un grande.
Ti lascio un caro saluto.

ritratto di Raffaele De Masi

Pensa, cara Angela, che dal

Pensa, cara Angela, che dal momento in cui iniziamo a formarci nell'utero di nostra madre, assorbiamo altra vita.
Siamo corpi formati da milioni e milioni di vite mai giunte al mondo. Questo fa riflettere.

Un saluto a te, pregiatissima. Ti ringrazio per il commento.

ritratto di Claudio Di Trapani

Un desiderio insolito,

un interessante punto di vista, Raffaele. I viaggi attraverso la vita, un percorso che tutti dovrebbero compiere, anche quelle anime che non arrivano mai a destinazione. La possibilità di nascere rimanendo attaccati solo all'alveo delle prospettive; chissà per quale ragione la natura (o Dio) decide di percorrere questa pista. Forse, c'è un universo parallelo dove queste anime continuano a vivere e a realizzarsi compiutamente.

Un saluto

Claudio

ritratto di Raffaele De Masi

Mi piace pensare che tutti

Mi piace pensare che tutti coloro che non sono mai nati vivono nella nostra pelle, i cui pori in realtà sono occhi invidiosi che non possono fare altro che rimirare la vita che hanno mancato.

Se così fosse, il Dio tanto omaggiato dai religiosi, altro non è che la materia tanto desiderata. Anche noi, forse, vediamo attraverso i pori della pelle di un gigante.

Un saluto a te, Claudio, e grazie per il passaggio.