Quasi

ritratto di Selly e le bebe rosse

 

ce ne sarebbe voluto

forse poco/

                o poco ne restava.

poi Niente

aveva risposto: 'niente'

ché il male non lo sentiva

Ma io lo vedevo.

Aggedire il fianco della Montagna

e risalirle la cima. nuda

 

La chioma liscia

Quasi come

                 quando nasci.

 

 

 

Questo testo è protetto contro il plagio. Questo testo è depositato ed esiste una prova certa della sua data di deposito e/o pubblicazione. Chi ne fa un uso improprio è soggetto alle sanzioni di legge.

Il tuo gradimento: Nessuno (1 voto)

ritratto di organick

quando nasci.

non so se è un gran lavoro voler tenere tutto assieme e vedere corrispondenze dappertutto... questa tua la dedico a Marco B., amico di collega che ieri ha mollato per sempre tutto, compresi i suoi amati gatti; quel "quasi" che sogni di rompere, quel muro spesso come i corpi o impalpabile come i sentimenti, i silenzi...

Marco è un gran fotografo che non è riuscito a superare quel "quasi", ma le sue mostre, le sue opere, parlano anche di rinascita, di un'altra vita: non è quello che sogniamo anche orrendamente, tutti noi?

resta la bellezza micidiale dei nostri tentativi di rinascita e restano questi versi figli di una natura forse cieca... e la sua bontà infinita ma più che altro indicibile, la sua morbidezza

 

Quasi come 

                quando nasci.

 

ritratto di Selly e le bebe rosse

il quasi

è una di quelle paroline pazzesche, di quelle che ti tiene in bilico. appeso a un filo senza che tu possa saperne la portata. ed è, a volte, un limbo dove preservare la speranza. mi ero accovacciata lì. per un po'...poi il Niente ha preso il sopravvento. e con il vento migliore è andata...

 

sono felice che tu ci abbia trovato del morbido. perché così era. 

Marco [aperta parentesi

 

ti abbraccio, sai

ritratto di Giuseppe Albano

Il completamento

Il completamento di un nostro sogno ne segna anche la fine. E' duro da accettare ma il Bene, l'Amore non lo possiamo mai raggiungere in vita. Bisogna solo cercare di essere grandi allevatori e grandi illusionisti. La consapevolezza di questa impossibilità è quella che può unire due anime. Uniti, cioè, nella consapevolezza della propria interlocutorietà.

Poesia emozionante.

ritratto di Selly e le bebe rosse

mi incuriosisce ciò che hai

mi incuriosisce ciò che hai rilevato. e mi incuriosisce perché mi pare che tu sia andato 'oltre' il mio pensiero. Hai visto la fine che ho descritto e hai trovato una unione di anime dopo la vita. come se il filo non si fosse mai spezzato.

grazie Giuseppe

ritratto di Max

Ancora poco tempo,

terminale direbbe qualcuno,

ma quanto basta per tornare indietro.

Il dolore è ormai una cornice, serve quel tanto per dirsi ancora vivi.

Mi hai ricordato gli ultimi giorni di mio padre.

Grazie, Sandra.

ritratto di Selly e le bebe rosse

quasi

lo stesso ricordo Max. mia madre

 

sì, il quasi può diventare àncora o servire come lenitivo per l'accettazione

ciao amicomiocaro, grazie

ritratto di effetticollaterali

Sensuale.

Il minuscolo dopo il punto non lo digerisco, sarò all'antica [!] tutto il resto va Bene, compreso la maiuscola svettante e i segni distintivi della tua scrittura. Ciao bella!

ritratto di Selly e le bebe rosse

quasi quasi

 

 

 

mi incuriosisci con quel 'sensuale'.

sicuramente ho tirato in campo (nella parte finale in maniera più evidente) una sensorialità che può portare su strade diverse da quelle che mi hanno mosso...

per il minuscolo non ho una ragione ben precisa che te lo motivi. diciamo che quando scrivo lo faccio di getto [sia come temporalità  che come fisicità. mi passa l'idea e devo fermarla. 

Forse è un fermarmi ma con un piede ancora in aria che deve decidere dove appoggiare #sochecapirai

:*ciaobelleffetto

ritratto di effetticollaterali

Sensuale

da "Agg[r]edire" in poi, le montagne sono le matrone della natura. Beh beee, vi presento la Zanz'otto di net/Quello delle cacatine tra le parole # gli scarab'occhi e atri modi di marcare il suo territorio ~~~ Capisco ma non mi adeguo alla punteggiatura creativa¡

ritratto di Selly e le bebe rosse

#

 

ahahahah va mo là...Zanz'otta :))

ahh gli scarabocchi. un debole per loro

 

ritratto di la mozzarella

Versi toccanti che in un

Versi toccanti che in un qualche modo mi fanno pensare a un ciclo che si chiude... quel Niente dice tanto...

Ciao Sandra :)

ritratto di Selly e le bebe rosse

il ciclo

-terreno, fisico, sensoriale- si è chiuso sì. Ma so [e ci confido assai] che in quel Niente maiuscolo ci troverò la mia Montagna

ciao caraGis, grazie

ritratto di monidol

Difficile per me

comprendere a pieno questa poesia, ma mi ha fatto riflettere molto sul "quasi", quasi felici, quasi arrivati, quasi amore, quasi dolore, quasi partiti, quasi finiti, è quella tensione dell'acqua nel bicchiere a metà, non importa se mezzo pieno o mezzo vuoto ma quell'aggregarsi ostinato  in superficie per tendere... verso l'alto

TI bacio e abbraccio figliola bella

moniclefricsescic

ritratto di Selly e le bebe rosse

moni

 

la parolina 'quasi' è assai emblematica, racchiude una infinità di sentimenti e moti. un po' come il termine 'forse'.

la tensione. ecco. Lei.

quella racchiusa nel piede ancora in volo. quell'attimo di sospensione che permette al tutto di capitare. un inizio/o una fine.

 

ciao stellabella, grazie delle tue riflessioni sempre arricchenti