Il ricordo

ritratto di Jazz Writer

 

Il ricordo

 

C'è un che di sublime, nel ricordo

una sorta di musica del tempo

che trafigge, in verticale

e ci passa dentro l'anima

senza svolgersi.

 

E' un tempo a tocchetti

sassolini, chicchi di emozione

sgranati alla maniera del rosario

con più foga, tuttavia

per la fretta dell'avida mente.

 

E' un piccolo dolce calvario

il ricordo

annebbia e ammalia

insieme al cuore

la presenza che non c'è.

Questo testo è protetto contro il plagio. Questo testo è depositato ed esiste una prova certa della sua data di deposito e/o pubblicazione. Chi ne fa un uso improprio è soggetto alle sanzioni di legge.

Gradimento

ritratto di paola_salzano

Ciao Jazz, bello il tema di

Ciao Jazz,

bello il tema di questa poesia, il ricordo...

Anche se mi sono cimentata in qualche poesia, non sono certo una poetessa, per cui non sta a me giudicare se sei  portato o meno per il genere, però ti posso dire che mi è piaciuto l'incipit.

Bella anche la chiusa, ma forse c'è da lavorare un po' sulla forma e la punteggiatura.

Magari sei più bravo nell'introdurre frasi poetiche nei tuoi bei racconti in prosa ;-)

Paola.

 

ritratto di Jazz Writer

Il Ricordo

è una vecchia poesia, che ha subito numerose variazioni negli anni, non essendo io mai contento della stesura che non riesco a considerare definitiva. A proposito, non tutti sanno che leopardi ha scritto l'infinito in tredici mesi. Lo dico perché certi autori, forse predisposti, scrivono tre poesie al giorno. Io questa poesia la considero non finita, punteggiatura compresa, e di anni ormai ne ha quasi dieci...sai quanti consigli ho avuto?...decine...togli le virgole, mettile, falla diventare poesia in quartine( le mie preferite), allunga, accorcia... alla fine io credo che il più bel complimento è quello come il tuo: al di là di tutto ti è piaciuta, e questo è ciò che conta. La forma è come un vestito che ciscuno si adatta a proprio uso e consumo. A molti autori che conosco bene, anche qui su Net, le poesie della szymborska per esempio non piacciono proprio per la forma...  e considerano incredibile l'attribuzione del premio nobel. Grazie del bel commento, Paola, sempre molto buona e generosa...ciaociao.

ritratto di paola_salzano

L' infinito l'ho riletta

L' infinito l'ho riletta proprio qualche giorno fa......CHE MERAVIGLIA!!!!

E comunque non sono generosa, dico semplicemente ciò che penso, cercando di rispettare le emozioni e la creazione dell'autore, qualunque essa sia.

Personalmente ritengo che, eccetto gli errori ortografici o grammaticali, nessuno dovrebbe 

dare troppi consigli su una poesia o un racconto altrui, perché sono " prodotti dell'anima" e sarebbe meglio no metterci bocca..

Buona serata Jazz..

ritratto di Jazz Writer

Paola

ho accennato all'Infinito solo per dirti che una poesia fa soffrire, non ti lascia in pace, non ti soddisfa mai. Invece il racconto è un mordi e fuggi...io poi fin da ragazzo facevo tre temi in due ore, direttamente in bella....ahahahahah...e anche di persona sono un affabulatore, un chiacchierone, quuando parlo narro, sono nato estroverso. ormai sarò arrivato a 500 racconti...molti li ho persi. ma poesie poche assai...due l'anno.

magari ne posterò altre...eppure tutte sono ancora lì nel limbo, non riesco ad accettarle. 

P.S. l'Infinito è la mia poesia preferita, un capolavoro...è geniale, come lo era Leopardi.

ritratto di Giuseppe Albano

Tredici mesi?!

...Sfido, allora, che l'abbia voluta intitolare: L'Infinito! smiley

ritratto di Jazz Writer

Giuseppe, sì!

magari per cambiare una sola parola, o sposatre un verso, o togliere una virgola o metterla. Io questa poesia non l'ho ancora ddigerita, e sono 10 anni....ahahahahah...infinita al cubo....anzi all'ennesima potenza. Non ho ancora deciso se funziona nell'impianto quel verso della "presenza" che non c'è!....ahahahah...la poesia mi fa soffrire e ne scrivo solo quando sono triste...se sto bene la prosa è la mia linfa vitale. ciaociao

ritratto di Vecchio Mara

così lo vedevi...

come qualcosa di sublime, il ricordo, quando vergasti la poesia... io, invece, in alcuni momenti potrei anche vederlo con i tuoi occhi (o versi) in altri tutto il contrario... il ricordo, a mio avviso, segue pedissequamente, l'umore, nell'attimo in cui si disvela... io, in una mia poesia che mi sgorgò in macchina tornando malinconicamente verso casa dopo un mese trascorso in mezzo ai monti pallidi... così conclusi:

Neva sciolta nell'afa della pianura,

è niente il ricordo.

Mi è piaciuta perchè mi ha fatto riflettere sui diversi modi, o punti di vista, oppure d'umore, d'interpretare il ricordo nell'attimo in cui s'accende.

Ciao Jazz

Giancarlo

ritratto di Jazz Writer

Il Ricordo

nel tuo caso era diverso dal mio e mi ha aperto gli occhi, mi ha dato una nuova visione di come possa essere, in effetti, un ricordo. L'ho apprezzato il tuo commento, Giancarlo, perché ha aggiunto un tassello e mi ha fatto pensare...però, anche nella mia versione, mi è uscita quella "presenza che non c'è" alla quale ancor oggi non so dare un significato preciso. Ciaociao Giancarlo, grazie del bel commento.

ritratto di Giuseppe Albano

Esatto!

Esatto! ...ci passa dentro l'anima senza svolgersi. Bella poesia, almeno credo; non sono un critico ma un semplice lettore.

ritratto di Jazz Writer

Giuseppe

ti ringrazio, il tuo commento minimalista lo apprezzo molto, anche la tua modestia. L'hanno pensata in molti come te, perché questa poesia che ancora non ha trovato pace in me, ha vinto un concorso. Ho sempre pensato che non meritasse poi tanto, tuttavia mai nessuno mi ha detto: non mi piace. Io poi scrivo due poesie l'anno. tempo di scrivere questa poesia, ho scritto 30 racconti...quelli in un pomeriggio nascono e muoiono. Piacere allora, se oltre essere un lettore sei un autore passerò a leggerti. ciaociao, intanto grazie.

Infatti resto lì, perplessa.

Infatti resto lì, perplessa. Perché malgrado il tema non proprio originale, mantiene un suo fascino nella delicatezza delle immagini. Non mi piacciono decisamente i tocchetti e alla maniera del. Molto meglio un semplice come. Però comprendo benissimo, invece, ciò  che dici riguardo alla stesura mai definitiva. Perché anche per me è così. 

ritratto di Jazz Writer

Vero, vita

tocchetti non piace nemmeno a me, è una delle parole che devo rendere più poetica, sostituendola. Ma con cosa? il significato deve essere quello, forse briciole, pezzetti...insomma quella parola mi tormenta, e sono tanti gli anni, non è poesia recente. Alla maniera del rosario invece non mi ha mai dato dubbi...me li fai venire ora tu. Grazie... un parere importante il tuo, e mi piace questa cosa. Ciaociao, buona domenica.

ritratto di PatriziaB.

Poesia semplicemente superba!

Poesia semplicemente superba! ...

ritratto di Jazz Writer

Mi hai stupito

con questo commento. Grazie mille e...benvenuta nel sito. Strano che non compari come nuovo utente. perché? ciaociao.

ritratto di Gabriella

Jazz,

letta la poesia e i commenti, mi "permetto di suggerire" quanto segue :

 

È un tempo a frammenti

sassolini, chicchi di emozioni

sgranati al rosario

con più foga, tuttavia

per la fretta dell'avida mente.

 

ciaociao

ritratto di Jazz Writer

Frammenti

in alternativa a tocchetti mi piace. grazie Gabriella...ma sai quante volte l'ho cambiata...sono quasi 8 anni...ciaociao.