ADESSO

ritratto di Aurelio Zucchi

La spiaggia è stanca di sabbia e basta,
di aspettare che qualcuno la raggiunga,
che la calpesti fino al limite dell’onda
e la rimuova dentro un cerchio d’orme.

La stessa cosa, il mare.
In questo inverno uguale agli altri,
sbadiglia a nuvole indecenti
e si raccoglie a miglior fortuna.

Adesso chiamo primavera
e le dirò che arrivi esagerata,
scortata dalle rondini migliori,
bagnata d’acqua di colonia antica.

*
Anno di stesura 2004

Questo testo è protetto contro il plagio. Questo testo è depositato ed esiste una prova certa della sua data di deposito e/o pubblicazione. Chi ne fa un uso improprio è soggetto alle sanzioni di legge.

Il tuo gradimento: Nessuno (1 voto)

ritratto di eilis

anche se d'inverno

si sente solo, il mare a me piace di più! è proprio l'assenza dell'uomo a farlo più bello!

ritratto di Aurelio Zucchi

Ringrazio per la lettura e il

Ringrazio per la lettura e il commento.