Cercava occhi inclini al sogno

ritratto di Aurelio Zucchi

 

E temo la vendetta della luna
che, prima o poi, d’incuria sarà stanca.

Apparir da umile vedetta
non era certo veste immaginata.
Cercava occhi inclini al sogno
e voci pronte da ascoltare.

Per altre vie transita distratto
dell’anima il celere conforto.
Svolazzano malinconie sopite.

*
10/04/2016

 

Questo testo è protetto contro il plagio. Questo testo è depositato ed esiste una prova certa della sua data di deposito e/o pubblicazione. Chi ne fa un uso improprio è soggetto alle sanzioni di legge.

Gradimento

ritratto di Diotima

bizzarro campo è il mondo

bizzarro campo è il mondo coltivato a metà tra sogno e aridità.

ritratto di Aurelio Zucchi

Ringrazio per la lettura e il

Ringrazio per la lettura e il commento.