Nuova schiavitù

C'era una volta lo schiavo

che nasceva schiavo

mangiava e beveva

e in cambio lavorava

mentre subiva l'oggi

non pensava al domani

l'esser schiavo

era dato in sorte

e sarebbe cessato

soltanto con la morte

c'è adesso lo schiavo

che non si crede schiavo

ma guardando ben nel fondo

tanto non è cambiato il mondo

vien subito educato

e quindi indottrinato

e s'offre volontario

al dominio autoritario

tanto che dell'esser schiavizzato

quasi si ritiene fortunato

va in giro a capo chino

chiedendo un posticino

vien schedato e analizzato

poi a lungo interrogato

se si mostra preparato

gli dan l'apprendistato

ma lui si sente libero

e di questo ne va fiero

ha il suo posto di lavoro

e potrà viver con decoro

potrà mangiare e bere

e qualche vizio accontentare

ma quando tutto avrà pagato

ben poco gli sarà restato

si richiede bella presenza

è pretesa competenza

che rida con sapienza

e sia serio all'occorrenza

mi dia la lista della spesa

per ogni sua pretesa

anche per le domande più balzane

ci siam noi delle risorse umane

il nostro catalogo è già pronto

e possiamo far lo sconto

abbiamo un vasto repertorio

ed ogni tipo di accessorio

le servon dieci tornitori

o forse un paio di dottori

o gradisce un avvocato

o le basta un diplomato

non c'è nessun problema

guardi pure il nostro schema

e per ogni sua proposta

abbiam pronta la risposta

son tutti belli preparati

pronti per essere inquadrati

entreran nel meccanismo

con perfetto conformismo

se avrà qualche problema

non si faccia alcun patema

con un bel licenziamento

si risolve tutto in un momento

si senton liberi

e ne vanno fieri

ma di cosa sia libertà

han smarrito ogni facoltà

fan la loro parte

senza scombinar le carte

per non sentirsi vinti

si son autoconvinti

che quella sia virtù

e non solo schiavitù.

 

Il tuo gradimento: Nessuno (1 voto)

ritratto di Piero Tucceri

Complimenti!

Questa riflessione rende bene il quadro dell'odierna situazione sociale.

Un saluto,

Piero

Credo siano otto anni da

Credo siano otto anni da quando l'ho scritta e mi pare che in questo tempo i vari peggioramenti abbiano reso questo quadro sempre più attuale...

grazie per le tue parole e un saluto anche a te...