La città di notte

Di notte,
la città è un pugile stanco
disteso sul ring.
I rumori che senti
di notte
sono i lamenti dei marciapiedi
schiacciati dal peso dei passi.
Le grigie rotaie del tram
surriscaldate
prendono il fresco
e allargano a un tratto gli scambi.
Dietro le fitte persiane abbassate
il fiato dell’uomo non filtra
sigillato nel sonno.

Di notte
la città è un pugile stanco,
ma se al mattino ti svegli un po’ presto
puoi vederlo lento rialzarsi
e afferrare le corde del ring.

Questo testo è protetto contro il plagio. Questo testo è depositato ed esiste una prova certa della sua data di deposito e/o pubblicazione. Chi ne fa un uso improprio è soggetto alle sanzioni di legge.

Il tuo gradimento: Nessuno (1 voto)

ritratto di Claudio Di Trapani

Piaciutissima,

anche questa. Credo che Torino dia l'ispirazione a parecchie brave poetesse. Siete le mia preferite, almeno in questa forma d'arte.

;)

La città di notte

Sono contenta che ti sia piaciuta, questa piccola fotografia della città, ispiratami da una piazza molto trafficata di giorno ma spettrale la notte.

Un caro saluto

Grazia