Pensieri Distolti

ritratto di Max Pagani

Pensieri Distolti
 
Messere, viandante, prego accosti al ciglio della frase, le chiedo cortesemente di farmi uscire da questo torpore.
Un inchino messere, umile sincero, per sublimare da questo dolore...
“Giusto, giustissimo. Torpore e vociare confuso, commenti di frasi incompiute, generali di un net che ormai imperano indomiti, e nick che vanno vengono e non sai, non sai se è bene sapere,o sperare che non ci sia nulla in quello spazio vuoto.
Ci si confonde, mio fedele compagno, ci si confonde, si dilava tutto, mancano le certezze della consistenza, evidentemente introvabili dietro un prato di plastica.”
Prato Sintetico, per dire, le ricorda qualcosa? 
“Chi sei li dietro? Chi siete?
"Date o Prendete?”
E intanto, questo torpore Ti devasta. Sembra una contraddizione in termini, perchè ci sono anche i termini per potersi contraddire.
 
Sei orecchie e sei panchina,
e prati e parchi non mancano per un’ idea da incorniciare
sei orecchie e sei panchina, ora comincia a raccontare
dalle paure di una bambina
alla sicurezza dell'eroina....
di un bacio incantato adolescente
e la miseria di un dimenticato mendicante
 
Vuoi che questo Viandante ti mostri le parole...
 
Ti dono parole inconsuete
che non hanno paura, ma hanno sete
e tremano nel risponderti
perché le sette panchine o sedie
sicuramente non serviranno
alla vita dell'essere instabile che è in te.
 
Messere, ciò che è la tua risposta, basta a riempire quegli spazi vuoti, fatti di inconsapevoli indugi, propri del labirinto naturale dell'essere se stessi.
 
L’ordine e follia del riciclare
Mi porterà ad avere il coraggio di osare.
 
Ora,  abbiamo coraggio?
O essere sinceri, è una moneta dimenticata ?
 
 
(Max e Andrea, 18/03/2010 )
 
Non stai seguendo questo testo. Rileggilo bene e cerca di seguirlo. Telefona per seguire i commenti a questo testo.

Questo testo è protetto contro il plagio. Questo testo è depositato ed esiste una prova certa della sua data di deposito e/o pubblicazione. Chi ne fa un uso improprio è soggetto alle sanzioni di legge.

Gradimento

ritratto di Max Pagani

mirabolanti ubriacature in chat

con l'Andrea Pozzoli.

Andrea se ci sei, se sei in zona, batti un colpo a qualcuno, a me fammi una carezza, e mi giro

Ciao.

mp

ritratto di ivan bui

Un senso di timore ..

che non passa nemmeno quando decidi di lasciare le paure di bambina e le incognite della panchina.

Forse il timore sta nella grandezza dello scrittore, forse nell'incapacità di occupare quegli spazi vuoti che a ben guardare sono di tutti.

Ciao Max. Che dire ... che non ti ho già detto.

ritratto di Max Pagani

Caro Ivan

"~~le paure della bambina per le incognite di una panchina"

Questa frase apre altre porte. Puoi dirmi anche le cose giá dette, apprezzo sempre. :-)

Un carissimo saluto

mp

ritratto di monidol

Max e Andrea

il Re e il Principe, due stupendi  fiori di Net. Non ricordavo di questo vostro lavoro insieme. Mi sono emozionata.

Quando è la parte umida di noi a parlare, net, web, pec, led, pet, e voi due quella parte usate, arriva forte e chiaro che è  la vita che pulsa a parlare. Sentire a volte fa male, a volte fa bene, ma scaccia il non sentire che è la cosa peggiore che ci possa capitare. Vabbe... non so se mi sono spiegata, ma grazie, siete belli.

moni

 

ritratto di Max Pagani

Cara Monica

Credimi, sei bella anche quando non ti spieghi.

E mettici che ti sei pure spiegata oggi.

Ciao, apprezzo l'umido. hai colto in pieno. Ma Betta quanto va di Fretta?

mp

ritratto di Selly e le bebe rosse

p*p*

 

 

ooooohhhhhhhhhh max...

io vi vedo, vi sento sai! mi sembra di essere là, in quelle serate meravigliose di chat creative. dove, da una scintilla, si riusciva a costruire un firmamento. 

firme. qui ci sono le vostre firme, le vostre penne, il vostro essere meraviglioso. un profondità unica nella quale mi ci sono tuffata senza alcuna paura. con coraggio

 

Andrea...shhhhh

 

grazie max di averla riproposta

vi abbacio

 

 

ritratto di Max Pagani

A Sa'!

Visto che lui ora non c'e', abbraccia di piu' me.

:-)