perché

ritratto di Dea

 

 

 

 

Un giorno

Se potessi

Vorrei prestarti i miei occhi

E guardarti

Solo così potresti vedere

La luce che si crea mentre un sorriso nasce spontaneo

La profondità nei tuoi occhi quando un pensiero ti fa seria

L'abbandono del tuo corpo quando i sussurri prendono il sopravvento

 

 

Un giorno

Se potessi

Vorrei prestarti le mie mani

E toccarti

Solo Cosi potresti sentire

La seta di cui sei vestita

Le carni sode ricoprirsi di brividi

Lo sciogliersi del tuo corpo in un mio abbraccio

 

 

Un giorno

Se potessi

Vorrei prestarti le mie labbra

E baciarti

Solo cosi potresti assaporare

La morbidezza delle tue labbra

Il sapore delicato del tuo frutto

Il gusto di percorrere ogni tuo centimetro

 

 

Un giorno

se potessi

Vorrei prestarti il mio cuore

E aprirlo

Solo così potresti capire

perchè

 

 

Questo testo è protetto contro il plagio. Questo testo è depositato ed esiste una prova certa della sua data di deposito e/o pubblicazione. Chi ne fa un uso improprio è soggetto alle sanzioni di legge.

Il tuo gradimento: Nessuno (2 voti)

ritratto di sp3ranza

Che chicca di poesia!

Chissà se piacerà agli dei....welcome back poesia! Cosa stimola le poesie d`amore, la voglia di sesso, di compagnia o mancata comprensione accettazione dalla persona di cui ci si è infatuati, la solitudine e desiderio di sognare immaginare surrogati con cui parlare recitare a livello virtuale etc...sarebbe interessante capire quanti e quali motivi smuovono gli umani a comporre poesie dei diversi tipi di amore come canti di uccelli gridati al vento....mi aggiro a piedi nudi nei boschi, ed i tipi di uccelli e canti, sono infiniti ed anche le loro melodiche manifestazioni di vita le trovo poetiche...più delle nostre...

ritratto di Dea

credo che sia un segreto

irrisolto da secoli ma , nonostante questo , in molti si spingono a comporre testi che assomigliano alla poesia .