UNA LIRICA AUTOBIOGRAFICA PER I MIEI 81 ANNI

.

Quest’oggi compio ottantuno anni

passati tra lavoro e sacrifici

ed ora sto soffrendo coi malanni …,

… addio per sempre ai giorni più felici !

.

La mia vecchiaia è stata tormentata

da ben diciotto critici interventi

chirurgici che l’han debilitata,

e in bocca … son rimasti pochi denti !

.

Non voglio rattristarvi coi miei guai

che sono più del doppio delle stelle,

ma nella vita non ho pianto mai,

mettendo a rischio pure la mia pelle !

.

Vi parlerò del corso della vita

in base all’esperienza maturata,

la mia, adesso, si può dir finita,

per giunta è stata alquanto sfortunata !

.

A cinque anni stavo per morire

a causa d’una bronco-polmonite,

allor non si potevan reperire

le medicine per le troppe uscite

.

che assorbivano in toto lo stipendio

e la penicillina ancor non c’era,

si stava in piena guerra, col dispendio

di fughe e di paura, … una bufera !

.

L’asilo dalle suore con lo stemma

del fascio posto al centro del grembiule,

ma pure quello era un bel dilemma …,

… le bombe ed i pugnali nel baule …

.

ad attestare i tempi della guerra,

tedeschi e truppe inglesi-americane

si sono succedute. Il dopoguerra

è stato duro, senza l’acqua e il pane !

.

Poi, finalmente, il sole della pace,

però la vita era ancor più dura,

la fame aveva il morso assai vorace,

tirare avanti … era un’avventura !

.

Mio padre andava in giro col cavallo

per vendere la frutta nei mercati,

la nostra vita era un libro “giallo”

ed eravamo sempre più affamati !

.

Mia madre era ammalata con il cuore,

soffriva e non poteva lavorare,

accanto al letto … ossigeno e dottore …

le condizioni? … Sempre a peggiorare !

.

La scuola media al San Filippo Neri,

la prima squadra come centravanti,

le varie sofferenze nei pensieri

e gli approcci d’amore emozionanti.

.

Tre mesi dopo che mi son sposato,

mia madre mi è spirata tra le braccia

all’ospedale, il cuore si è fermato

con una smorfia triste sulla faccia.

.

In precedenza ero stato assunto

in un’impresa grafica, apprendista,

un tirocinio fino a che ho raggiunto

il grado più importante della lista !

.

Ho lavorato dentro a quell’azienda,

laddove ho consumato la mia vita,

per quarant’anni, è stata una leggenda …

entrato a sedici anni, è poi sparita

.

il giorno dell’insipida pensione.

Durante l’esperienza coi colleghi,

ci siam divisi compiti, mansioni

e destinati pure ad altri impieghi …!

.

Gli scioperi, le lotte pel contratto,

un tourbillon di anni e sacrifici

ed alla fine stanco e insoddisfatto

ho salutato tutti i vecchi amici.

.

Con il progresso la tipografia

ha perso tutti i crismi artigianali,

con il computer è andata in terapia

pei cambiamenti invero sostanziali !

.

… Da ventisette anni sto in pensione,

mi dedico a comporre poesie

che son la mia più vivida passione,

sciogliendomi in svariate fantasie !

.

Mi sono regalato questi versi

facendo il sunto della vita mia …,

speriamo che non vadano dispersi,

se li leggete, un “grazie” … e così sia !!!

.

 

 

Questo testo è protetto contro il plagio. Questo testo è depositato ed esiste una prova certa della sua data di deposito e/o pubblicazione. Chi ne fa un uso improprio è soggetto alle sanzioni di legge.

Gradimento

ritratto di Aurelio Zucchi

C'è tanta intensità in questa

C'è tanta intensità in questa lirica, intensità di scrittura e di vita. Mi hai commosso. Ti auguro ancora altri 81 anni di poesia!
Augurissimi caro Sergio|

Aurelio

AUGURI

Ciao Aurelio, ti rispondo stamattina, perché ieri ho avuto tanti di quei messaggi che non riuscivo più a connettere ed a rispondere a tutti, su FB mi hanno quasi torturato a furia di auguri, tornando a noi ti ringrazio tanto per gli auguri che ho gradito molto, ciao e buona giornata.

 

ritratto di GiuliaRebecca

una poesia densa di

una poesia densa di riferimenti personali e storici che va al cuore con potente voce.

tantissimi auguri, caro sergio.

ciao

AUGURI

Grazie Giulia, scusa se ti rispondo solo stamattina, ma ieri ho avuto tanti di quei messaggi che non riuscivo a rispondere in tempo a tutti, su Facebook poi mi hanno sovrastato fino a sera tardi, ti ringrazio tanto per la tua gentilezza, ciao e buona giornata.

 

ritratto di sp3ranza

Pensavo fossi un ragazzotto!!! 81 te li porti alla grande!

E' bello notare gente che si mantiene mentalmente attiva e coinvolta nella scrittura che funge anche da terapia/svago allenamento per la mente e divertimento/hobby/passatempo salutare, meglio di tante altre distrazioni pericolose/dannose..

Bravo il notro artista stagionato come il vino rosso di buona annata!!!

I tuio testi sono orecchiabili/gradevoli e penso che chiunque possa comprenderli senza alcuno sforzo e divertendosi nel modo che li hai composti rendenoli musicali...

Bravo, perche' canti senza musica della vita attorno e dentro te e questa e' una bella dote che ammiro perche' io non so scrivere e non sono brava come te, sono ignorantona, anormale ed impedita con tutto, pero' posso dirti che i tuio scritti sono gradevoli e comprensibili a grandi e piccini senza alcuno sforzo e questa e' una bella dote, dato che a volte leggi poesie che non hanno ne' capo ne' coda e sono fresi assurde appiccicate insieme come i quadri di natura morta che vogliono stupire con effetti particolari che io magari posso osservare una volta per curiosita', ma non certo andarmi a ricercare quel genere di poesie che pero' ad altri autori sembrano piacere, ma non alla grande massa che infatti non ricerca i loro ipotetici grandi nomi sulla rete, a meno che qualcuno non voglia sfruttare la loro immagine per farsi anche lui pubblicita' con i suoi scritti come spesso fanno quasi tutti, cercando di comparire nei commenti/pagine dei piu' letti/seguiti mica perche' davvero gli interessano gli scritti, ma per sentirsi parte degli ipotetici e-letti ma forse ho capito male, almeno spero...

In bocca al lupo e prosegui in questa direzione che sembri andare forte con la gente normale, e non te ne importare se gli altri autori ti ignorano, anche un artista che ha fatto carriera, veniva ignorato/criticato da altri autori, ma loro sono rimasti semplici galleggioni o semplici nessuno, mentre lui ha invece espanso la sua strada perche' la gente normale lo apprezzava/ricercava tanto da pagare per andre a vedere i suoi spettacoli, mentre invece i suoi critici, nessuno li legge nemmo a gratisse??? Se avesse dato retta ai critici od autori invidiosi, non sarebbe mai emerso, invece ha dato retta alla sua arte, alla sua aspirazione che ha lasciato emergere e si e' aperta come un fiore mostrando le bellezze nascoste al mondo degli spettatori a pagamento...

 

ritratto di d'Artagnan

Sono io che devo ringraziare te....

per il tuo amore per la vita, per come racconti con leggerezza una vita avara di soddisfazioni ma zeppa d'amore.

Complimenti !

E auguri....

d'Artagnan.