LE MUTANDINE DI SUOR LETIZIA

.

Avevo ventun anni, lei diciotto,

ci siamo amati sempre con passione,

lo facevamo ovunque: nel salotto,

al cinema e finanche alla stazione

.

            in un vagone su un binario morto.

            Un grande amore, il più bello al mondo !

            … Ma un giorno, per averle fatto un torto,

            mi si negò … e allora, furibondo

.

cercai di violentarla, ma lei dura,

stringeva le sue gambe con orgoglio,

picchiandomi con rabbia e con paura,

gridando: “In questo modo non ti voglio !!!”.

.

            Lasciò le mutandine sul sedile,

            in macchina, e fuggì semivestita,

            restai di sasso, mi sentivo un vile,

            l’avevo offesa ed era incollerita !

.

In seguito a quel gesto assai violento,

mi son pentito, ho pianto e l’ho cercata,

a scuola, a casa, … il cellulare spento …

sembrava proprio … volatilizzata !

.

            Fermai la sua più ìntima compagna,

            per farmi dare l’ultima notizia,

            mi disse ch’era andata su in montagna

            con dei parenti … solita furbizia !

.

Fermai sua madre fuori dal mercato,

mi guardò torvo ed abbassò lo sguardo !

Mi giudicava un uomo depravato,

ma, soprattutto, un perfido bugiardo !

.

            Ho fatto un solo sbaglio in quel rapporto

            e mi ha lasciato … senza una parola !

            Vi giuro che mi sento un uomo morto !

            Ho il cuore in crisi e un nodo nella gola !

.

Conservo le sue belle mutandine,

l’ho messe dentro a un urna di cristallo,

è una delle cose più divine,

… ma mi ricorda sempre di … quel fallo !

.

            … Ho, poi, saputo che s’è fatta suora !

            Sta chiusa in un convento di clausura,

            si chiama Suor Letizia, ciò la onora …

            … non la vedrò mai più ! ... E’ una tortura !

.

L’amore deve viver nel rispetto

reciproco, con slancio e con dolcezza,

se manca qualche parte del progetto …

… l’amore perde il fine e la bellezza !!!

.

 

Questo testo è protetto contro il plagio. Questo testo è depositato ed esiste una prova certa della sua data di deposito e/o pubblicazione. Chi ne fa un uso improprio è soggetto alle sanzioni di legge.

Gradimento

ritratto di Dea

un errore

pagato assai caro !

ma come dar torto a Suor Letizia !

 

Scusa Dea

Scusa Dea, sono andato a leggere il commento e sono rimasto stupito, questa è una poesia che ho scritto 50 anni fa !!! L'ho postata su Neteditor almeno 5 anni fa e non mi ricordavo neppure di averla pubblicata, perché dopo di questa ho scritto altre 6.000 poesie più recenti, sui fatti degli attentati, sulla violenza sulle donne, sulle invasioni degli immigrati, ecc. ecc. e mi aspettavo il commento su queste, ma si vede che sei andata a cercarla all'inizio della mia entrata in Neteditor, .... ok pervenuto ! Grazie per averla gradita ma ho scritto sulle donne altre 2.000 poesie, alcune sono anche nel mio sito personale

www.sergiogarbellini.com

che si dispone su 5 pagine (Home - Biografia - Le Opere - Recensioni e Contatti) dacci uno sguardo ci sono liriche al femminle a sx sono circa 800 distribuite tra pag. 1 e 3, grazie e buona giornata.