Commenti recenti

  • L'orto   6 giorni 10 ore fa
    ***

    E' un racconto "fatto di niente" - a volte mi escono così. In realtà avevo (ho) in mente perfettamente il background dei due personaggi, e cioè la ragione specifica che ha spinto l'uno a isolarsi, l'altra a sviluppare l'ossessione per il podismo.

    Tuttavia ho pensato che, per quanto significative, tali ragioni avrebbero portato - hanno portato me, almeno - a dire "uff... il solito retroscena tragico / patetico" e quindi paradossalmente avrebbero "allontanato" (o avrebbero potuto allontanare) i personaggi dal lettore. A volte (il più delle volte) le scelte di vita sono determinate da più fattori complessi, anzichè da una, o poche, cause scatenanti.

    Per di più è improbabile che due sconosciuti (e benchè mi piaccia pensare che, a partire dal racconto in poi, i due percorrano insieme un tratto di vita) si raccontino particolari privati della loro vita la prima volta che si vedono.

    Infine, l'esporre le motivazioni avrebbe o avrebbe potuto, a mio parere, sviare l'attenzione dal contesto; la materialità della terra, i mutamenti cui essa soggiace in questi tempi, la difficoltà di trovare soluzioni tranchant, anzi, l'inensitenza di soluzioni univoche (e la relativa impotenza dell'individuo e delle "ricette preconfezionate") mi interessava emergessero con sufficiente chiarezza. 

     

      

      

  • L'orto   6 giorni 10 ore fa

    ...pieno di metafore, mi sembra, e allusioni...
    che portano in tante direzioni diverse. Forse non era la tua intenzione, ma mi ha ricordato un po' alcune situazioni descritte da Samuel Beckett. Malinconicamente insolito.

  • Un caffè tra vecchi amici   6 giorni 12 ore fa

    … caro Gerardo. Alla prossima, ti ringrazio. 

  • Un caffè tra vecchi amici   6 giorni 12 ore fa

    … l’ironia dell’ultima battuta. Ciao Claudio, ti ringrazio. 

  • Un caffè tra vecchi amici   6 giorni 12 ore fa

    … il tuo genere preferito, quindi il mio ringraziamento, per la lettura e il bel commento, è doppio!

    Ciao cara Paola.

  • L'orto   6 giorni 12 ore fa

    che gli attori usino le bugie per dire la verità.

    Molto piaciuto.

    ciao

    moni

     

  • LA CREPA NEL CUORE   6 giorni 14 ore fa

    Bello, Perverso e Kattivo al punto giusto. Freud ti avrebbe inserito in qualche monografia, o te l'avrebbe dedicata, non so.

    A mio parere non si sente e non si nota che hai usato la/le tecnica/tecniche e questo è segno di una padronanza di scrittura che ho sempre trovato in quello che scrivi, peccato che i tuoi scritti siano più rari delle lacrime di un bidet.

    Mi dispiace di averlo letto con questo ritardo, potresti anche avvertire quando pubblichi qualcosa, eh?!?

    Baci & Abbracci e Appresto (ahahah, anche Apposto e Approposito, ahahah)

    ciao cara heart

  • LA BARACCA   6 giorni 14 ore fa

    ....no, non sono uno scrittore di professione. Mi piacerebbe, ma per ora non sono ancora in grado di spiccare il grande balzo.

    Ho partecipato ad un po' di concorsi qua e là ed alcuni racconti sono stati pubblicati su di un quotidiano.

    Nelle librerie on-line c'è un mio racconto lungo che pubblicai nel 2015 e che, per ora, non ha venduto manco una copia. Pazienza.

    Se invece ti riferisci a Rubrus, francamente non lo so. Ma lo potrebbe essere, visto che, come potrai toccare con mano tu stesso, scrive dannatamente bene.....

    E per quanto riguarda il finale che avevi pensato, ti dirò che, invece, è migliore quello che hai poi scritto. Trattandosi di evento soprannaturale, diventa più credibile. 

     

  • LA BIANCA DI RASTATT   6 giorni 17 ore fa

    Non c'entra nulla l'isola..ho avuto il timore di dare una spiegazione troppo lunga e ho esagerato al contrario. Grazie per la lettura ed il commento. :)

  • Un caffè tra vecchi amici   6 giorni 21 ore fa

    Aaah la signora Carla! 

    Gran doppio colpo Antonino alla fine. Che dire, trama semplice ma intreccio ricamato alla perfezione. Bellissimo corto, complimenti!

  • Ossa   6 giorni 21 ore fa

    Ciao Antonino, urca che bel commento. Grazie mille per aver colto il senso della storia. Mi aspettavo che non sarebbe stato un gran colpo di scena (SPOILER) la ri-comparsa di Quintana, però naturalmente non puntavo su quello. L'obiettivo era scavare nella mente di un uomo che vive la morte da vicino, la vede, la sente, la rischia, oltre che il sempiterno conflitto tra luce e ombra, bene o male. 

    Hai ragione sulle bestemmie, le inserisco inconsciamente perché mi immedesimo molte volte forse troppo nei miei personaggi, in questo caso il protagonista afferma già dall'inizio della storia di essere un non-credente, e quando vede Jericho (uomo di grande fede) pregare in una situazione portata allo stremo, impazzisce. Ma ho sbagliato. 

    Ho corretto moltissimi errori che ho trovato da uando ho pubblicato il racconto; quì ho faticato un po', anche perché credo che la narrazione in prima persona non sia nelle mie corde, infatti la cosa all'inizio è nata come un esperimento. Poi anche il fatto di aver scritto il racconto a piccole dosi, forse mi ha fatto perdere qualche volta la bussola (vedi le troppe ripetizione del "poi"). Ma sono comunque felice del tuo apprezzamento, ci tengo molto alla tua opinione. 

  • Ossa   6 giorni 21 ore fa

    Ti ringrazio per la lettura e il commento grande Paolo, e naturalmente anche per gli appunti che mi fai sempre molto precisi. Non avrò tanto tempo per dedicarmi al sito, causa lavoro, quindi ho postato questo racconto su cui lavoravo da un po' e che ho scritto a piccole dosi, intervallando lunghe pause con periodi in cui mi ci dedicavo quasi a tempo pieno, in termini di scrittura, a questa storia. Alla fine è venuta fuori una narrazione abbastanza lunga, giusto per rompervi i cocomeri come sempre ahah. Quindi ribadisco il ringraziamento davvero sentito.

    Hai ragione, mi sono fregato citando anche "l'erba" nella stalla, ma ti giuro è stato un errore di distrazione eheh. Ho corretto. yes

  • Cenni di botanica estrema   1 settimana 5 ore fa

    Grazie, per il refuso ho corretto.. Per il resto, ho provato spesso e senza successo a scrivere sotto effetto di stupefacenti,con risultati pessimi. Purtroppo riesco a scrivere solo da sano.

  • LA BIANCA DI RASTATT   1 settimana 7 ore fa
    ***

    Scritto bene, anche se il finale mi appare un po' condensato e frettoloso come se ti fosse scappata la voglia di scrivere. Comunque Piaciuto. 

    L'ambientazione made in Germany è un diversivo gradito. 

  • IL MARE TRA DI NOI   1 settimana 7 ore fa

    Ciao Mario,

    ti ringrazio molto per aver letto questo mio racconto, a cui sono particolarmente legata e per esserti soffermato.

    Già.... tutti abbiamo diritto alla nostra fetta di felicità!

    Buona serata carissimo.

  • Il sale   1 settimana 8 ore fa

    Grazie per il consiglio, a rileggerci!

  • Bologna, 2 agosto. La linea gialla   1 settimana 9 ore fa

     

    Più che un film, appare come una recita teatrale dai contenuti coinvolgenti. L'inserimento di immagini di repertorio riferiti al quel tragico evento amplificano le emozioni e conducono lo spettatore ad immaginare con animo sempre più turbato ciò che poteva essere e non è stato.

    Niente di sdolcinato o ruffianesco. Commovente in ogni sua parte, dove spicca per umanità e per dignità l'intero popolo bolognese.

    Te ne consiglio vivamente la visione. Non so dove ma potresti chiederlo alla redazione de la Repubblica o cercare in rete.

  • Cenni di botanica estrema   1 settimana 12 ore fa

    Eheheheh, mi verrebbe da chiederti che ti fumi, Crio.

    Bella l'idea di rimpiazzare i fiori veri con quelli fatti di mutanda :)

    Un brano surreale, mi è piaciuto.

    L'unica cosa che mi sono chiesta, riguardo alla scrittura, è se invece di 'sdraiandovici' non starebbe meglio 'sdraiandovicisi'.

    Ciao

  • LA BARACCA   1 settimana 14 ore fa

    Grazie veramente perchè forse ho trovato la mia dimensione. I vostri commenti mi danno fiducia. Avevo pensato in effetti ad un finale diverso, e cioè che il cattivo venisse spinto al suicidio da alcune voci fantastiche nel labirinto. 

    Tu sei scrittore di professione?

  • IL MARE TRA DI NOI   1 settimana 14 ore fa

    Bellissimo racconto di una vita combattuta per un amore più bello e più sincero.

    Buona giornata carissima Paola      Mario -85

  • LA BARACCA   1 settimana 15 ore fa

    .....una "porta" che conduce in un'altra dimensione.....

    E che imprigiona il cattivo di turno mentre il buono riesce a sgattaiolarsene via.

    Si, la trama convince e anche il testo scorre abbastanza bene. Ci sono spazi di miglioramento ma vedo che sei sulla buona strada.

    Mi associo a Rubrus sulla critica al finale e aggiungo che, probabilmente, potevi omettere gli spazi tra un periodo e l'altro e rendere il testo scorrevole ancora di più.

    Non male.

     

  • Il Narratore Ignoto   1 settimana 23 ore fa

    L'hai scritto tu che il narratore è nessuno o no? Che soddisfazione quando l'altro interlocurore capisce al volo

  • Il sale   1 settimana 23 ore fa

    Le parole non siano rimedio della nonna e neanche cerotto!

  • Tangentismo   1 settimana 1 giorno fa
    :)
  • Con passo felpato (dove stai andando?)   1 settimana 1 giorno fa
    :)
  • Il Narratore Ignoto   1 settimana 1 giorno fa

    Non ho davvero idea di cosa tu intenda con il tuo commento, perdona la mia ignoranza. Me lo spiegheresti? 
    Beh, grazie comunque di aver lasciato la tua opinione. 
    Baci, 

    Shish

  • Come un tasto di pianoforte   1 settimana 1 giorno fa
    Io

    Io vi ho trovato una parte, la più lunga, che procede incerta (ma forse è proprio questo il senso che volevi darle), per poi sfociare negli ultimi bellissimi 5 versi! Bella, davvero.

  • La foto del carnevale.   1 settimana 1 giorno fa

    Mauro, mi viene da dire soltanto Grazie. (non occorrono molte parole). 

  • Sull’importanza del gioco nella strutturazione della personalità   1 settimana 1 giorno fa

    IL GIOCO E' L'AVVIAMENTO ALLA VITA SOCIALE. CIAO! Baldo

  • Bologna, 2 agosto. La linea gialla   1 settimana 1 giorno fa

    Elenora Geraci 46 anni, e suo figlio Vittorio Vaccaro 24 anni. Madre e figlio. Vittorio lasciò una bambina di 4 anni. Un abbraccio a tutte le famiglie coinvolte. 

    Non so quanta buonafede nella creazione di un film incentrato sulla più giovane vittima, Angela Fresu. Premetto che non l'ho visto e parlo da ignorante. Mi auguro sia di tipo documentaristico e non una presunta storia biografica ideata per commuovere e far soldi. Mi auguro questo, perchè in tanti altri casi, l'intento iniziale era manipolatorio.