Commenti recenti

  • Sulla soglia: la luce del Nulla.   4 giorni 17 ore fa

    Si, è chiaro dai versi.Complimenti, ciao.

  • Storia Vera: L"anello magico della nonna   5 giorni 10 min fa

    Putroppo i 7 diamanti incastonati non si notano e l'anello ancora necessita di pulizia ma mi hanno detto che con dei liquidi aggressivi, le pietre potrebbero staccarsi, pero' il bellissimo luccichio, la foto non lo mostra..un vero peccato...

    Il metallo e' oro 750 se non erro, ed anche dentro e' stato mescolato con altri metalli per renderlo piu' duro e trattenere i diamanti incastonati..

    Per esserci il marchio di 750 significa che non e' poi cosi' tanto antico, e non c'e' nessun'altro marchio, che erano invece obbligatori in certi periodi storici e forse quelle leggi di marchiatura dell'orefice, non erano state ancora applicate e mostra solo la percentuale di oro...

    Ho scoperto che i diamanti sono stati creati da fortissimi impatti con meteoriti ed ora tutto comincia a ricollegarsi con le mie premonizioni/visioni/percezioni del DIAMANTE degli angeli caduti ed altri messaggi ricevuti dal mio SE superiore che col tempo ho decifrato e ritrovano nei contesti antichi dove appartenevano e da dove provenivano...

     

     

     

  • Sulla soglia: la luce del Nulla.   5 giorni 2 ore fa

    Molte grazie Hernset. Certo, la poesia nasce da un'esperienza personale. Parla di una persona che sta morendo.

  • La morte e desolazione dei siti di scrittura   5 giorni 2 ore fa

    E' stato facile rintracciare una tua opera per notare quali portali frequentavi, ed ho notato che la stessa poesia che avevi pubblicato anche qui, gode di tante visualizzazioni, ma non significa che qualcuno ha aperto quel documento in formato DOC perche' tantissima gente non si fida ad aprire documenti che poi non sai cosa ti scaricano nel pc e ti consiglierei invece di inserire tutto il brano completo ed in piu' la versione doc o raccontata o con immagini allegate o come ti pare per arricchirla di contenuti etc...

    Come vedi anche quel luogo e' desolato e morente, e questo invece sembra vada molto meglio e gli autori hanno sicuramente molta piu' visibilita' in questo luogo e facile accesso ad eventuali lettori che li vogliono rintracciare sulla rete e li trovano anche qui con le loro opere etc...

    Ho cliccato sul tastino ASCOLTA, MA SI SONO APERTE ALTRE PAGINE CHE MI CHIEDEVANO COSE STRANE ED ALLORA HO CHIUSO TUTTO E NON HO PROSEGUITO ED AVERE TANTE VISIONI COME LA MIA, NON PENSO SIA UN SUCCESSO, MENTRE INVECE QUI PUOI INSERIRE TRANQUILLAMENTE IMMAGINI, MUSICA, VIDEO INSOMMA I SUPPORTI CHE CREDI OPPORTUNI SENZA DOVER APRIRE O SCARICARE NULLA CHE E' UN DETERRENTE PER TANTISSIMI POSSIBILI LETTORI...

    Mi chiedo che ne sara' di tutte quelle migliaia di autori che hanno avuto il loro libro pubblicato..saranno diventati famosi perche' hanno pubblicato un libro delle loro poesie o dei loro racconti etc...??? Spero di si...

    Tu ce l'hai il tuo libro od i tuoi libri/raccolte? Ormai li hanno quasi tutti gli autori e sarebbe davvero insolito se anche tu non avessi i tuoi libri che raccolgono le tue opere/racconti/scritti etc...

    I siti prima o poi chiudono, ed immortalare le vostre opere su carta, o meglio ancora, su altri supporti virutali facilmente accessibili, e' come divenire immortale e tutti gli autori nel loro piccolo, cercano l'immortalita' che si ottiene proprio tramite le sacre arti che sopravvivono anche alla nostra morte fisica se ben custodite e preparate..cosa che io putroppo non so' fare perche' non mi aiuta o consiglia nessuno, a parte te che ti sei scomodata a darmi suggerimenti e di cui ti ringrazio...

     

     

     


     

  • La morte e desolazione dei siti di scrittura   5 giorni 3 ore fa

    Sorry..pensavo fossi questo utente che si lamentava del sito che non necessita di moderatori ma persone mature ed intelligenti che superano da sole eventuali problemi, disaccordi od attacchi. derisioni diffamazioni ad utenti di cui non gradiscono i post che condividono con noi, andando e cadendo su insulti alla persona che non penso mostri intelligenza e maturità....

     

    http://www.neteditor.it/content/247994/nuovi-limiti-il-livello-1

  • L'estate dei fuochi   5 giorni 5 ore fa
    ***

    La parte prima degli asterischi la toglierei. Non che sia scritta male, ma, lì, non serve a molto. Secondo me, è megli se o la togli o la metti dentro il racconto prima della fine perchè il racconto in cui la retrospettiva non è imprescindibile: ben si possono raccontare i fatti man mano che avvengono.

    Occio che qui " Dieci minuti dopo guidavo la macchina di Aristide (una vecchia Renault R4, rossa) sulla strada che scendeva dalla collina verso il mare, con al fianco la splendida Adriana." Arianna diventa Adriana, se non ho letto fischi per fiaschi.

    A parte ciò, piaciuto. E' una storia torbida, o forse meglio dire calda, di passioni estive e proibite con finale "incendiario". L'aspetto più suggestivo è che le relazioni clandestine (plqtoniche o no) benchè i personaggi possano (almeno il lettore ha quest'impressione) sospettarne recirpcemente l'esistenza, vengono ignoate dai personaggi - il che, peraltro, non può portare a nulla di buono.

    La repressione del desiderio, insomma, e in generale il non voler affrontare i problemi non può che aggravarli. Questo il messaggio, o la morale, che, come a mio parere preferibile, si legge in filigrana e grazie (e non prima o dopo o sopra) alla storia, esplicitata con chiarezza dagli accadimenti. 

     

     

     

  • L'orto   5 giorni 5 ore fa
    ***

    Ciao. La vicenda si svolge, pressapoco, nel tempo che si impiega a leggerla. E' un po' il vantaggio dei dialoghi, che sono quasi - quasi - in tempo reale.  PS: stilisticamente preferisco il concreto all'astratto, il diretto all'indiretto, l'attivo al passivo e a ridurre la presenza di avverbi e aggettivi. Credo che questo aiuti a semplificare. 

  • SPLENDORE OPACO   5 giorni 6 ore fa

    Ti ringrazio per il tuo bel commento carissima Paola. Sai io sono un eterno sognatore e spesso vado nella fantasia per ritrovare una piccola parte della mia gioventù povera ma bella, di quando si sognava ad occhi aperti anche guardando quella Luna che aiutava ad innamorarsi di una donna che è rimasta mia per tutta la vita.Buona serataamica Paola      Mario-85

  • La musa / fantasia gotico - romantica (di Rubrus e Monidol) - Ripubblicazione   5 giorni 7 ore fa

    un lettore non è mai fuori luogo ed è sempre da ringraziare per il  tempo speso. Le impressioni del lettore sono sempre molto importanti per chi scrive, quale sia la sua provenienza, preparazione gusto o quant'altro anzi, spesso le più interessanti e utili sono le impressioni di chi ha  un background diverso dall'autore.

    Detto questo l'intento non era di scrivere una storia che fa davvero paura ma che prende un po' in giro gli stereotipi di quelle che fanno paura. Anche il finale è stato scritto con quell' intenzione... però se ti lascia perplesso probabilmente non funziona come il resto della storia che invece ti è risultata piacevole. Non vorrei sbagliarmi, ma mi sembra  che tu non sia stato l'unico a esprimere dubbi sul finale. Un ulteriore spunto di riflessione per noi.

    Grazie.

    moni

  • Sogno lucido   5 giorni 7 ore fa

    Hai colto nel segno Rubrus, pensai la stessa cosa sia durante il sogno che da sveglia. Adoro Lovecraft e non mi è affatto impossibile da credere che il mio immaginario, durante il mio sognare, si sia rifatto alla Città Senza Nome! 

  • QUANDO LA LUNA   5 giorni 7 ore fa

    Ciao Mario,

    è un piacere leggerti e grazie anche per aver letto il racconto che omaggia le mie radici, che non dimentico, anche se oggi vivo altrove.

    Sono contenta inoltre che serbi ricordi piacevoli della mia città ed  è vero non si dimentica facilmente...

    Ti abbraccio.

    Buona serata,

    Paola.

     

  • La prima sul presente (Categoria : Robamia - Genere : Confuso)   5 giorni 7 ore fa

    Ti ringrazio per l'apprezzamento. Mi fa molto piacere^_^

  • La morte e desolazione dei siti di scrittura   5 giorni 7 ore fa

    E quel grande cantautore poeta musicista, non conosceva nemmeno il mio volto ma solo i miei scritti anormali e ricerche paranormali che lo avevano catturato per tanti anni perché anche lui si poneva domande simili alle mie cercando di verificare se le risposte fornite dalle sue credenze religiose, erano in realtà valide o meno ed io non sono drogata o controllata da egoismi droghe o culti della old o new age, ma uno spirito anormale libero, che ha il diritto e dovere di ricercare la vera storia degli umani oscurata per millenni dai tanti falsi informatori  illuminati che gli umani imitano anche nel loro declineo ....e faccio il mio dovere anche usando nuovi strumenti delle sacre arti ormai commercializzate e dissacrate in tutto....

     

    Oct 23, 2005 - 4:47AM
    Il riso abbonda nella bocca degli stolti
    Francescano, Francescano,
    è quest’icona utilizzata in chiusura del tuo intervento 
    che ha ipotecato seriamente la tua credibilità di oratore 
    presunto tale. Quanto amore, infatti, manifestato da 
    quest’anima eletta fondatore dell’Ordine dal quale in 
    prestito tu hai preso il nome, si è riversato nel mio cuore; 
    e quanta lotta oltraggiante questa nostra natura “ex divina”, 
    a causa di un mostro che anche te pervade, viene svisceratamente 
    sostenuta nell’animo di persone particolari come CXXX, Nadia, 
    o quanti ipoteticamente da te menzionati; che in una chiesa 
    corpo umano chiamato Tempio di Dio, bruciando elementi di una 
    spasmodica ricerca esalano un fumo che per quanto tossico odora 
    d’incenso; divenuto acre nel naso altrui, soltanto dopo le 
    ipocrite esternazioni rappresentate attraverso un simbolo 
    come quello da te a chiusura del tuo intervento inserito, che 
    senza riferimento ulteriore alcuno tra parentesi in Post Scriptum 
    quivi riproduco. 

    A motivo di questo, daltronde, anche loro difficilmente vedranno 
    in te un esempio da seguire.

    Il Cigno.

  • Sulla soglia: la luce del Nulla.   5 giorni 8 ore fa

    Forse sono scaturiti da una esperienza personale, non so; sono comunque dei versi molto belli. Piaciuta molto, ciao.

  • La morte e desolazione dei siti di scrittura   5 giorni 8 ore fa

    Aspetto che chi ha capito si faccia avanti: forse hai una percezione un po' distorta della realtà. Intanto ho provato a tradurre le prime cinque righe.

    Versione originale:

    "Un piccolo esempio di siti gestiti da parecchi moderatori, grandi scrittori della rete ed io non li frequento, ed allora la copa di tale desolazione non puo' certo essere attribuita a me o gente come me, dato che sono solo tutti grandi autori, anzi lo erano e quanti vanno a leggere le loro opere lasciate in tantissimi portali della forumfree, degli altri media ed ora su fb che e' in testa a tutti per frequentazione/evidenza/condivisione???"

    Traduzione:

    "Un piccolo esempio: tra i siti ormai poco frequentati ve ne sono anche alcuni gestiti [meglio di questo?] e controllati da parecchi moderatori, che in genere sono anche “grandi scrittori” della rete. Io, però, questi siti non li frequento: allora la colpa di tale desolazione non può certo essere attribuita a me o a gente come me, dato che i frequentatori di questi siti sono solo “grandi autori” (anzi, lo erano). Quanti sono coloro che vanno a leggere le opere di questi “grandi scrittori” rimaste in rete, su altri portali e/o su altri media, come per esempio fb, che è in testa a tutti e il più in evidenza, essendo il sito più frequentato e quello su cui si condivide maggiormente?"

     

    La traduzione è giusta? In questo caso il discorso è interessante e fornisce spunti di riflessione. Proverò a cimentarmi con il resto.

  • La morte e desolazione dei siti di scrittura   5 giorni 8 ore fa

    e seguiva apprezzava le mie coposizioni artistiche malgrado i miei tanti deficit, e' restato attratto dai miei scritti anormali tanto da dedicarmi questa poesia e cosi' anche altri ipotetici grandi autori/poeti/scrittori (persino grandi cantautori famosi non solo in Italia, che altro non sono che poeti che cantano le loro poesie) e che un tempo si fingevano amici. e sembra che anche l'arte di fingere faccia parte delle sacre arti con sfide a chi finge meglio a chi sembra quello che in realta' non e' come gli attori, che piu' sono bravi a fingere, piu' sono ricercati/apprezzati e siamo diventati tutti attori/politicanti/predicatori eroi virutali  in queste epoche di falsa cultura da sfoggio e mercatino rionale  per cui bisogna fingere con tutto e con tutti per poter guadagnare/ottenere la tanto bramata evidenza???

    Non si ottiene evidenza nei siti di scrittura, ma con quello che si produce/promuove/crea presentandolo nei luoghi adatti ed alle persone adatte ed i siti di scrittura non sono altro che magazzini per le opere a cui accedere per poterle condividere ed in cui a volte si trovano persone (sempre o quasi sempre altri scrittori/autori)  che possono dare pareri suggerimenti consigli etc...

     

  • La morte e desolazione dei siti di scrittura   5 giorni 8 ore fa

    Perche' hanno l'intelligenza di capire oltre i refusi ed il modo a volte errato di esprimere concetti a causa del mio deficit dell'attenzione/concentrazione/apprendimento e scrivere immacolate buffonate/ipocrisie/storielle etc... senza errori che si capiscono benissimo, non le fa certo diventare piu' interessanti e ricercate delle mie...

    Grazie dei suggerimenti e con tutti i suggerimenti che tanti autori hanno avuto per anni ed anni, sono ancora restatati dei semplici nessuno che nessuno ricerca malgrado la continua e costante frequentazione di tantissimi portali ed allora, a cosa serve tutto questo e dove stiamo andando???